Casapound occupa Centro Sportivo “Delle Vittorie”

Miccoli-Marchionne(PD): "occupazione pilotata"
Enzo Luciani - 12 Ottobre 2012

Questa mattina 11 ottobre presso il Centro Sportivo “Delle Vittorie” nel quartiere di Vigne Nuove, un gruppo di circa 30 persone del movimento di estrema destra Casapound è entrato, scavalcando ma senza provocare danni, all’interno di detta area sportiva. Il Centro sportivo è di proprietà del Comune di Roma ed è stato assegnato all’AMA, attualmente è in corso di ristrutturazione. Dall’interno sul perimetro è stato esposto uno striscione con sopra scritto “SPORT SALUTE BENE COMUNE!” e sono state esposte diverse bandiere con l’effige del simbolo di Casapound. Personale del Commissariato di Fidene e della DIGOS giunto prontamente sul posto ha intimato ai manifestanti di lasciare la struttura. Tutte le operazioni si sono svolte senza danni ed incidenti.

"Abbiamo appreso che questa mattina – rendono noto il segretario del Pd di Roma Marco Miccoli e il capogruppo del IV Municipio Paolo Marchionne – un piccolo gruppo di estremisti di destra ha occupato l’impianto sportivo comunale di piazzale Ennio Flaiano, l’ex polisportiva Delle Vittorie, a Vigne Nuove. Uno spazio su cui tante realtà territoriali hanno aperto una vertenza con l’Amministrazione capitolina, affinché possa diventare un bene comune per il quartiere, aperto alle decine di società sportive amatoriali e dilettantistiche attualmente senza un campo.

Il Pd è parte attiva nel sostenere il ricorso al TAR del Lazio contro l’assegnazione ventennale al Cral dell’Ama dell’impianto, a nostro parere illegittima. Inoltre come volevasi dimostrare da dicembre 2011, data di assegnazione del campo sportivo al Cral dell’Ama, sono passati 11 mesi di immobilismo, senza che nessun cittadino del quartiere potesse tornare ad utilizzare il centro di Vigne Nuove.

Sembra quindi di assistere ad un’occupazione pilotata, che può avere come unico scopo quello di interrompere e disturbare il percorso intrapreso da società sportive di zona, comitati di quartiere e associazioni. Uno di quei tristi teatrini tesi alla sola occupazione di spazi e posti di potere nella città, cui la destra romana negli ultimi quattro anni ci ha abituato".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti