C’è anche un assessore al nulla – Le mezze rinunce di Irene – Ferie “a gò gò” per le Regioni – Che fatica essere senatori

I Fatti e i Misfatti di settembre 2011 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 14 Settembre 2011

C’è anche un assessore al nulla

"Nel Comune di Minori – secondo quanto si è letto nelle cronache campane del "Corriere della sera" – l’architetto Christian De Iulis sta rivestendo la carica di assessore al nulla".

Chissà se anche il sindaco di Minori, che tale carica ha istituito, era fra quelli che sono andati a stendersi in terra, a piazza della Signoria a Firenze, per protestare contro i tagli del Governo ai Comuni.

Le mezze rinunce di Irene

"Ho rinunciato all’auto blu – ha voluto sottolineare, in una intervista, l’ex Presidente della Camera Irene Pivetti – ben quindici anni fa".

Brava. Ma sarebbe stata addirittura bravissima, se avesse rinunciato, anche, a quell’ufficio e a quella segretaria che – chissà perché – i contribuenti sono ancora costretti a pagarle.

Ferie "a gò gò" per le Regioni

"Le Regioni – ha denunciato "L’Espresso" – sono rimaste chiuse per ferie, fino ad oggi, tra i 41 giorni della Sicilia e i 76 giorni del Trentino Alto Adige".

Adotta Abitare A

Forse avevano finito il loro lavoro e si sono messe ad aspettare quello che dovranno ereditare quando saranno abolite le Province… 

Che fatica essere senatori

"Dall’inizio dell’anno al 31 agosto – è stato calcolato – i senatori della Repubblica hanno effettivamente lavorato 62 giorni e hanno percepito in un solo giorno, tra indennità e compensi vari, 118.288 euro (1907 al giorno, 237 l’ora).

Che cosa dire? Intanto questo. E, cioè, che normali lavoratori, nello stesso periodo di tempo, sono stati occupati 160 giorni e molti di loro non hanno percepito neppure in un mese intero quanto gli onorevoli senatori della Repubblica hanno percepito in un solo giorno. Alla faccia di chi dice che non esiste la casta dei parlamentari.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti