Centocelle. Addio a una cara amica

Ci ha lasciato a 69 anni, Luigia Giuli Rossi. I suoi funerali domani 1° luglio alle ore 15,30 nella chiesa di Sant’Ireneo in via dei Castani 291
Vincenzo Luciani - 30 Giugno 2022

«Purtroppo Luigia ha mollato gli ormeggi e sicuramente il suo mare ora è splendido di sole», con questo messaggio, l’amico poeta e scrittore Maurizio Rossi stamattina mi ha dato il triste annuncio della morte della sua adorata moglie.

I funerali si svolgeranno domani, venerdì 1° luglio 2022, alle ore 15,30 nella chiesa di Sant’Ireneo in via dei Castani 291, a Centocelle.

Luigia Giuli Rossi, dopo aver strenuamente lottato contro il male che la affliggeva da circa un ventennio, ci ha lasciato all’età di 69 anni.

Per mia moglie, mio figlio e me è come un lutto di famiglia e alle nostre condoglianze, a Maurizio e alla sua famiglia, si unisce la redazione di Abitare a Roma di cui Luigia era attenta lettrice.

Di lei mi resterà per sempre il ricordo della passione per il sociale, il suo impegno per sostenere le persone fragili e in difficoltà, l’amore per la cultura, ma soprattutto il suo attaccamento alla sua famiglia (i figli Giacomo, Caterina e Cecilia) e all’inseparabile Maurizio, il suo garbo discreto, il suo dolce sorriso, nonostante tutto.

Addio, cara Luigia!

Ecce Vinum

Commenti

  Commenti: 1

  1. FABRIZIO FRABONI


    Apprendo ora con stupore e tristezza questa vostra notizia, la signora Luigia e suo marito Maurizio Rossi fanno parte dei miei clienti da sempre, quelli dei miei primi lavori di cornici e di vetrate tessute in piombo con l’allora collega Claudia.
    Fanno parte, con i loro familiari da sempre, di quella sparuta di clienti che hanno la cultura e conoscenza del mondo operaio in particolare artigianale, con le botteghe sotto casa dove negli anni hanno portato i loro oggetti scelti con cura e da preservare nel tempo con una cornice o scegliere un soggetto da poter commissionare per una vetrata in piombo, se posso vorrei condividere le vostre con le mie condoglianze, in attesa di farle alla famiglia. Grazie Fabrizio Fraboni.

Commenti