Laboratorio Analisi Lepetit

Centocelle, negozi addio

Stipendi inadeguati alle spese giornaliere dall'entrata dell’euro. Ma ora la gente ne ha maggior consapevolezza, quando acquista è prudente e fa attenzione ai prezzi
di Antonella Caroni - 14 Giugno 2009

Nel quartiere di Centocelle, ma se si visita Roma lo si può notare un po’ ovunque,compresi i centri commerciali, i negozi chiudono. Ossia, lanciano inaspettate promozioni, rinnovano locali, cambiano gestione ….ecc …ma alla fine la maggior parte si arrende e abbassa le serrande per sempre!

Che succede? Non vendono, la gente non compra, queste sono le motivazioni dichiarate, eppure c’è qualcosa che non è così ben chiara.

E’ vero, siamo in un periodo di crisi, giornali e tv non fanno altro che ribadirlo…ma l’inadeguatezza degli stipendi rispetto alle spese giornaliere, c’è da quando l’euro è in vigore.

Solo, che ora la gente ne ha maggior consapevolezza e quando acquista utilizza prudenza e attenzione ai prezzi.

Ecco il punto cruciale, i prezzi, i vari commercianti non li hanno abbassati e se in casi estremi lo hanno fatto, era troppo tardi o la merce non era quella più ricercata. Dovrebbero riflettere su tale comportamento, non adeguato al momento storico e con l’unico scopo di guadagnare tanto.

Certo, ognuno bada ai propri interessi, così le famiglie che non rinunciano ai beni primari come l’alimentazione o a qualche hobby e periodo di riposo, tagliano il superfluo, ossia l’abbigliamento, l’arredo… rivolgendosi magari alle bancarelle che vendono la stessa merce al 70% in meno e continuano ad essere affollate.

Allora? Possiamo dire che la saggezza ha portato a rinunciare al lusso, per prodotti meno costosi e d’inferiore qualità, ma carini e con prezzi accessibili a chiunque.

Ciò significa che ancora c’è voglia di far muovere l’economia, ma l’utenza richiede la possibilità di farlo. Cari negozianti, che da decenni siete presenti nelle vite dei cittadini, è bello poter comprare da voi, ma dateci l’opportunità, non solo prima dell’addio…insieme si può ricominciare!

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti