Cerimonia di Premiazione del Premio Letterario Internazionale Eugenia Tantucci 2018

Il 10 dicembre 2018 nell’Aula Magna dell’Università LUMSA di Roma, dove si terrà anche un Convegno sul tema: La scuola e l’Università al Centro
Redazione - 6 dicembre 2018

Il 10 dicembre 2018, Giornata che celebra i 70 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti umani avrà luogo a Roma, la Cerimonia di Premiazione del Premio Letterario Internazionale Eugenia Tantucci, giunto alla settima edizione.

La Cerimonia si svolge dalle 9,30 alle 13,00 nell’Aula Magna dell’Università LUMSA di Roma.
A promuovere il Premio l’Associazione Ecole Instrument de Paix Italia e l’Accademia Italiana di Poesia e con il Patrocinio del MIBACT e del Ministero dell’Istruzione.

Il Premio Letterario Internazionale Eugenia Tantucci, vuole onorare la figura di questa docente e preside che ha contribuito tra l’altro – sotto il Ministero di Giovanni Spadolini, alla cui istituzione ha partecipato, a ideare la Settimana dei Beni Culturali e ha contribuito a diffondere – dalle file di Italia Nostra – una coscienza ambientalista nel nostro Paese.

A lei, come segretaria nazionale dell’Unione Lettori Italiani, si deve una preziosa opera di diffusione della lettura nelle scuole anche con il concorso “Un autore per la scuola, un libro per domani”, in cui erano gli stessi ragazzi a leggere e scegliere, di anno in anno, lo scrittore da premiare tra una rosa di candidati.

A presentare il Premio e l’iniziativa, saranno, tra gli altri, il Magnifico Rettore della LUMSA Prof Francesco Bonini, il presidente dell’Accademia Italiana di Poesia Lina Sergi Lo Giudice, quella dell’Ecole Instrument de Paix Italia, Anna Paola Tantucci. Presenzieranno il Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione Dr Salvatore Giuliano, Direttore generale USR Lazio Dr.Gildo De Angelis. L’evento sarà allietato dalle letture di Pino Colizzi.

La giuria presieduta dal poeta Elio Pecora ha attribuito il “Premio letterario internazionale  Eugenia Tantucci 2018” VII Edizione a Giovanni Floris, per il libro “Ultimo Banco. Perché insegnanti e studenti possono salvare l’Italia”, Ed. Solferino, per la sensibilità e l’impegno profusi per la divulgazione delle problematiche giovanili legate al ruolo e al compito della  scuola e dell’educazione, grazie alla lunga e preziosa attività di giornalista e di autore.

La giuria ha attribuito un Premio per la Sezione diffusione della cultura attraverso il cinema a Giuliano Montaldo per aver usato il linguaggio cinematografico, come strumento di Conoscenza e di Educazione, affrontando coraggiosamente temi di impegno sociale, politico, storico, etico e letterario, con grande passione e pari obiettiva lucidità e dimostrando, quindi l’inevitabile necessità della Pace, come garanzia dei diritti e della dignità di ogni essere umano.

Il Premio della sezione Cultura e Società è andato a Giovanna Motta per la sua appassionata e costante attività di ricerca interdisciplinare, attraverso la frequentazione degli archivi più antichi e importanti e costruendo una storia aperta ad ogni aspetto della società – storia di genere, di famiglia,della medicina, dell’alimentazione, dei flussi migratori, della moda – ottenendo prestigiosi riconoscimenti accademici, ma soprattutto per aver creato una Scuola di giovani ricercatori che hanno conquistato posizioni di rilievo nella ricerca internazionale, impegnati con la sua guida, nell’analisi e nella diffusione di una cultura di pace e di diritti umani.

Seguirà un Convegno sul tema La scuola e l’Università al Centro della rinascita del paese, che prevede interventi di prestigiosi relatori ed esperti: il Prof Beniamino Brocca dell’Università di Urbino padre di una famosa e importante riforma della Scuola Secondaria superiore, Il Prof Rocco Pezzimenti dell’Università Lumsa di Roma che ci parlerà dei rapporti tra politica e cultura e  Giovanni Vinciguerra Direttore della Rivista TUTTOSCUOLA, la più prestigiosa nel suo campo, che ha appena pubblicato un Rapporto sul fenomeno della dispersione scolastica “La scuola colabrodo” che ha suscitato un ampio dibattito perché con Don Milani“la scuola ha un solo problema, i ragazzi che perde”.

Sono invece eccellenti i giovani che saranno premiati dal poeta Elio Pecora che crede fermamente nella funzione della parola e della parola poetica.

Il Primo Premio per la Sezione Studenti per la Poesia è andato quest’anno agli studenti dell’istituto Superiore di Bojano nel Molise che sotto la guida della Prof Italia Martusciello si sono impegnati in un laboratorio di poesia dal titolo “Rugiada di petali di rosa”.

L’idea che ha ispirato questo itinerario si inserisce in un percorso di ricostruzione della memoria storica di tante donne impegnate con coraggio, intraprendenza, audacia, nel cammino del progresso della nostra civiltà.
A tantissime donne, costrette a vivere dietro le quinte e vittime di stereotipi. Madre educatrice, silenziosa vestale della famiglia va riconosciuto il pregio di aver contribuito attivamente nel ruolo di partigiane, scienziate, patriote, letterate, eroine, storiche, artiste e seminatrici di spore, alla creazione di una società fondata sul rispetto della democrazia e dell’alterità. Non è certo un caso che la Repubblica italiana, nell’iconografia ufficiale, sia rappresentata da una statua femminile col capo cinto da una corona turrita.

Con questo percorso si vuole riscattare l’altra metà del cielo così attiva nel processo civile cercando di eliminare le tante forme di discriminazione, di poca visibilità, di disuguaglianza, di chiusura, di emarginazione rivolte alle donne da una società di stampo patriarcale.

Il 2° Premio Poesia ex aequo è andato all’IIS di Via dei Papareschi – di Roma per il Laboratorio di Poesia coordinato dalla Prof Maria Eleonora Ummarino ai giovani e valenti poeti, N. Asja, M. Spadolini, M. Tirelli, L. Giusto e F. Fava.
Il 2° Premio Prosa all’IIS Leonardo da Vinci di Fiumicino Indirizzo Agrario, allo studente Luca Corrias per un racconto YGGDRASIL, l’albero della vita e della pace, ricco di fantasia con un forte messaggio di pace, coordinato dalla Prof Alessandra Benadusi.
Il 3° Premio Poesia è andato ad una studentessa del Liceo Scientifico Plinio Seniore di Roma, Caterina Vettraino, seguita dalla Prof Roberta Camarda, per un delicato poema “Sole negli occhi”.

Oltre alle scuole premiate saranno presenti numerose scuole di Roma tra cui il Liceo Tacito, l’Istituto San Giuseppe al Casaletto, l’Istituto V.Gioberti ed altri.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti