Farmacia Federico consegna medicine

Chiesto incontro urgente su delocalizzazione centri demolizione

Al sindaco Alemanno e ai presidenti della Provincia Zingaretti e della Regione Marrazzo
Comunicato Stampa - 15 Ottobre 2009

Il 14 ottobre 2009 si è svolto un incontro presso la Regione Lazio con il sub commissario per la delocalizzazione dei centri di rottamazione del Comune di Roma avv. Pierluigi Di Palma e dott. Fabio Iacobello. Erano presenti per l’Associazione Vivere Verde Franco Paladini e Francesco Sconti, per il Consorzio dei demolitori di viale Palmiro Togliatti il Presidente Claudio Petti e il Responsabile Nazionale dell’Ambiente della federazione dei Cristiano Popolari Alessandro Cardente.

L’incontro era stato chiesto a seguito della mancata apertura del tavolo istituzionale tra Regione Lazio, Comune di Roma e Provincia per l’attuazione delle procedure e delle delibere attinenti lo spostamento dei siti esistenti degli attuali centri di demolizione in altri terreni idonei come già annunciato nel mese di luglio scorso (a seguito di alcuni episodi di incendi di vaste proporzioni avvenuti nei depositi di auto a Roma). In quell’occasione in una riunione ufficiale con il delegato del sindaco Alemanno on. Pierluigi Fioretti e l’Assessore all’ambiente Fabio De Lillo, fu stipulato un preaccordo tra il Comune di Roma e gli attuali demolitori per l’approvazione di una delibera di delocalizzazione dei centri di demolizione della Palmiro Togliatti verso un territorio nei pressi della Centrale del Latte. A tuttoggi di questa delibera annunciata dal Sindaco non se ne sa nulla, ma risulta vengano inasprite sanzioni e controlli e provvedimenti di sospensione verso i centri di demolizione autorizzati della Palmiro Togliatti “per non aver ottemperato alle norme esistenti” omettendo, che, gli stessi operatori, si trovano da oltre trent’anni a svolgere l’attività in quei terreni senza che nessuna amministrazione comunale o regionale avesse eccepito loro ed ostacolato l’attività svolta nell’insediamento in questione.

Oggi le decine di operatori della Palmiro Togliatti con circa 300 occupati regolarmente retribuiti e con le attività connesse indotte, si aspettano, dal Comune di Roma, di essere trattati come cittadini non di “serie B” degni della Città metropolitana di Roma, Capitale d’Italia.

L’Associazione Vivere Verde, il consorzio demolitori Palmiro Togliatti, il responsabile nazionale ambiente Cristiano Popolari, chiedono un incontro urgente al sindaco di Roma on. Alemanno, al Presidente della Provincia on. Zingaretti e Regione Lazio Marrazzo, per definire la situazione venutasi a creare sul problema della delocalizzazione dei centri di demolizione di Roma. In attesa di urgenti riscontri, l’Associazione Vivere Verde e la rappresentanza della categoria interessata si riservano di attuare tutte le forme di protesta civile e le eventuali querele secondo le norme vigenti.

Associazione Vivere Verde: Franco Paladini e Francesco Sconti
Consorzio Demolitori Palmiro Togliatti: Claudio Petti
Responsabile Nazionale Ambiente Cristiano Popolari: Alessandro Cardente


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti