Sport  

Chievo-Roma 0-0: vince solo la pioggia

di Marco Maestà - 2 Maggio 2012

Un temporale di intensità bibliche in quel di Verona condiziona in modo decisivo l’incontro ed il pareggio a reti bianche, è il risultato più scontato.La gara che sembra più adatta a giocatori di pallanuoto che di calcio si trascina tra scivoloni e falli per perdita d’equilibrio. I calciatori sono penalizzati in tutte le zone del campo e le molteplici pozzanghere del terreno di gioco, li costringono a numerosi e noiosi lanci lunghi. Tutte le trame offensive vengono impedite dall’acqua che continua a cadere per tutta la gara e sia i giallorossi che i clivensi non trovano mai la via della porta nella prima frazione.

Nel secondo tempo la gara è leggermente più vivace, forse perché gli interpreti riescono a trovare con più efficacia l’equilibrio. Con un tiro dal limite dell’area romanista Hetemaj va vicino alla marcatura, ma l’occasione più ghiotta della partita è per Pellissier che nel finale di gara, calcia alto da ottima posizione. Occasioni limpidissime per la Roma non ce ne sono; Borini coglie l’esterno della rete su un invito di Totti e lo stesso capitano giallorosso si rende pericoloso con un bel tiro da fuori area poco dopo. La gara termina tra gli sbadigli del pubblico e segna definitivamente in modo negativo la corsa dei giallorossi all’Europa. Ci saranno altre due gare da qui al termine del campionato, ma l’impressione è che i processi alla stagione romanista siano già iniziati.

CHIEVO: Sorrentino, Sardo, Acerbi, Cesar, Jokic; Rigoni, Bradley (77′ Vacek), Hetemaj; Cruzado (82′ Sammarco); Paloschi (68′ Uribe), Pellissier.A disp: Puggioni, Morero, Dramè, Frey, Luciano, Vacek, Sammarco, Uribe.All: Di Carlo.

ROMA: Curci; Taddei, Kjaer (67′ Perrotta), Heinze, Josè Angel; De Rossi, Gago, Marquinho (78′ Simplicio); Borini, Totti, Bojan (45′ Tallo). A disp. Pigliacelli, Cicinho, Pjanic, Greco, Simplicio, Tallo, Piscitella. All.: Luis Enrique.

Arbitro: Banti di Livorno. Assistenti Passeri e Bianchi. IV uomo Nasca

Ammoniti: Rigoni, Sardo, Uribe (C), Josè Angel, Gago, Totti (R)

CHIEVO-ROMA 0-0, PAGELLE di Gianluigi Polcaro

CHIEVO: Sorrentino 6; Sardo 6, Cesar 6, Acerbi 6, Jokic 6; Bradley 6,5 (dal 33’ s.t Vacek s.v.), Rigoni 6,5, Hetemaj 6; Cruzado 6 (dal 38’ s.t. Sammarco s.v.); Paloschi 6 (dal 26’ s.t. Uribe 6), Pellissier 6. All. Di Carlo 6

Adotta Abitare A

ROMA:
Curci 6: Non demerita, anzi è sempre reattivo sia nelle uscite che nelle parate. Si vede che quando è chiamato a sorpresa, come conferma la sua carriera, non sbaglia
Taddei 6: Non si tira indietro e combatte senza strafare mantenendo la sua posizione
Kjaer 6,5: Stavolta è il migliore della difesa. Solo una sbavatura su un fuorigioco non riuscito, ma fischiato dall’arbitro. Attento nelle chiusure e nei rilanci. Luis lo fa uscire per un’infortunio pregresso
Heinze 6: Solito combattente, e solite sbavature difensive a cui sopperisce con i suoi famosi recuperi
Josè Angel 5: Un primo tempo di buoni propositi,ma nella ripresa tutte le buone speranze affogano nella pozzolana clivense
Gago 6,5: Una delle sue migliori prestazioni. Sale addirittura d’intensità nella ripresa combattendo su tutti i palloni e ispirando le azioni degli attaccanti. Si responsabilizza con l’arretramento di De Rossi
De Rossi 6: Stavolta si districa meglio da difensore che da regista. È comunque difficile impostare l’azione sul campo allagato
Marquinho 6: Meno incisivo rispetto alle ultime apparizioni. Prova a sfondare inutilmente sulla fascia destra
Totti 6: Corre per novanta minuti provando a sfruttare delle giocate di prima per i compagni. Di più non può fare su un campo così pesante, ma sa tenere alto il ritmo della squadra
Borini 5: Corre molto, ma delude di più. Non dialoga con i compagni e alla fine si fiacca
Bojan 5: Nessun apporto concreto a parte un tiro da fuori sul palo lontano. È il solito spartito di un’intera stagione
dal 1’ s.t. Tallo 6: Sorprende la vivacità e il buon impatto con la prima squadra. Meglio di tanti titolari
dal 23’ s.t. Perrotta s.v.: Dà vivacità alla manovra e insieme a Simplicio aumenta l’incisività in area avversaria
dal 35’ s.t. Simplicio s.v.
All.: Luis Enrique 6: Difficile giudicare oggi l’allenatore. Cambi obbligati e giusto rinunciare al palleggio in favore dei lanci in verticale visto il terreno disagevole
ARBITRO: Banti di Livorno 5,5: Ha un bel da fare con i fuorigioco e non fischia punizioni evidenti, ma è giustificato dal pantano che si crea in campo


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti