Chiusura Alveare di Centocelle, PD V Municipio: “Atto incivile e oscurantista”

Riccardo Vagnarelli: "Grave che sia proprio prima sindaca donna di Roma a permetterlo"
Redazione - 20 Marzo 2019
Centocelle, l’evoluzione dell’imprenditoria locale

“La chiusura del coworking spazio bimbi ‘L’Alveare’ di Centocelle è un atto di inciviltà. Degno solamente del peggiore oscurantismo sociale che l’attuale maggioranza pentastellata bene incarna, sia a livello municipale che in Campidoglio. Si fa presto a riempirsi la bocca di termini come assistenza alla genitorialità e sostegno alle famiglie. Ben più difficile è rendere queste parole realtà. La passata amministrazione del Partito Democratico ci era riuscita. Creando uno spazio di coworking nel quale le madri potevano formarsi e ricollocarsi professionalmente, avendo accanto a sé i propri figli. Un caso unico a Roma, diventato presto un modello”. È quanto dichiara Riccardo Vagnarelli, Segretario PD V Municipio.

“Ora il V Municipio, guidato dai 5stelle, richiede indietro quei locali. E il Presidente Boccuzzi, preso in contropiede dalle giuste proteste che lo hanno sommerso, non ha trovato niente di meglio che balbettare qualche patetica scusa legata a presunti vizi formali. Che, anche se fossero provati, certo non giustificherebbero lo smantellamento di un’esperienza sociale così preziosa per il territorio e la comunità. È questo il cambiamento che i grillini volevano portare a Roma? Invitiamo Boccuzzi a tornare sui suoi passi. Mettere un punto all’esperienza de ‘L’Alveare’ significa togliere una prospettiva futura a tante madri. Ed è grave e triste vedere che sia proprio la prima sindaca donna nella storia di Roma a macchiarsi di un tale atto”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti