Chiusura dell’anno canoro del coro “Accordi e note”

All’auditorium del Caravita il 21 giugno una kermesse per ensemble vocali
di Gemma Manoni - 22 Giugno 2015

Come tutte le scuole anche quella di canto del Centro Lepetit si è chiusa a giugno.

coroTutti gli alunni sono stati rimandati a settembre, non perché debbano sostenere esami di riparazione, ma per iniziare un nuovo anno denso di musica, di melodie, di armonie e di canti: chissà quale nuovo repertorio escogiterà il maestro Roberto Boarini!

Ultimo appuntamento canoro è stato quello del 21 giugno 2015 all’auditorium del Caravita, popolarmente chiamato “della Santissima Comunione Generale”, dedicato a Santa Maria della Pietà e a San Francesco Saverio.

Nei pressi del Collegio Romano, a pochi metri dalla centralissima via del Corso, questo gioiello seicentesco la cui volta è affrescata  con “Storie della Vita di San Francesco Saverio”, opera del Baldi, ha ospitato una tre giorni di rassegna di musica corale promossa dalla ARCL (Associazione Regionale Cori Lazio) nell’ambito della festa europea della musica.

coro1Ben 25 gruppi vocali si sono esibiti e il coro “Accordi e note”, sotto la magistrale direzione del maestro Roberto Boarini, ha proposto un repertorio tratto dal recente concerto tenutosi al teatro del Quarticciolo: un omaggio a questa nostra impareggiabile città con canzoni della tradizione romana e una incursione nel swing con l’esibizione del solista Antonio Colacci e l’accompagnamento alla tastiera del validissimo e giovanissimo Emanuele Rizzo.

Coniugare la bellezza dei luoghi che ci ospitano con l’armonia della musica è sempre una emozione eccitante ed esaltante, ma la fine della esibizione, che ha coinciso con il coronamento dell’anno canoro, ha lasciato nel sentimento collettivo dei coristi una punta di malinconia e di nostalgia per l’anno trascorso.

E’ stato un anno di intensa attività con la preparazione e l’esecuzione di ben quattro diversi repertori (Misa Criolla + Navidad, De Andrè, Bruxelles e Swing), ma nonostante la stanchezza accumulata e il desiderio di vacanze e relax, al momento dei saluti negli sguardi di tutti i componenti del coro, maestro compreso, si poteva ravvisare un velo di mestizia; certo, ci rivedremo presto, e porteremo con noi in vacanza il ricordo di questa nostra entusiasmante avventura.

coro orizzontale

 

Foto di Franco Giorgi


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti