Ciampino, 92enne colpisce i figli con un coltello da cucina

Arrestato per rissa dalla Polizia insieme ai tre figli
Enzo Luciani - 16 Novembre 2011

Abitavano tutti nello stesso stabile di Ciampino, il padre 92enne originario di Cagliari, i suoi tre figli, le nuore e i nipoti.
Tra il capostipite e due dei suoi tre figli già da tempo non correvano buoni rapporti e i continui diverbi era sfociati più volte in “querele”.

Ieri pomeriggio l’ennesimo litigio si è trasformato in una vera e propria rissa.
Nel corso della lite, nata per un lucchetto posto a chiusura di una stanza, infatti, il capo famiglia ha preso un coltello colpendo superficialmente il figlio e la figlia di 53 e 56 anni.
Poi si è allontanato in auto insieme al primogenito.

Fratello e sorella hanno chiamato il 113. Gli agenti del Commissariato Marino intervenuti sul posto, hanno soccorso subito i due feriti.
Dopo una breve descrizione del padre e del fratello più grande, gli agenti si sono messi sulle tracce dei due, rintracciandoli poco dopo nei pressi del pronto soccorso di un ospedale.
Alla vista dei poliziotti, il primogenito è andato in escandescenze e si è scagliato contro gli agenti, colpendone uno al torace. L’uomo è stato bloccato e accompagnato in C Commissariato insieme al padre.

Al termine degli accertamenti , il padre A.A. e i tre figli A.P., A.M. e A.G. sono stati arrestati per il reato di rissa aggravata.
Il capofamiglia dovrà rispondere anche di porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Il primogenito, di 57 anni, è stato, inoltre, denunciato per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale.

Il coltello da cucina con un lama di circa 31 centimetri, è stato rinvenuto sul tavolo da cucina del patriarca e sequestrato dalla Polizia.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti