Ciampino, cade solaio in scuola materna

Sfiorata tragedia. Una bimba ferita non gravemente
Enzo Luciani - 12 Dicembre 2012

Tragedia sfiorata oggi 12 dicembre alla scuola materna “M. L. King” di Ciampino dove ha ceduto parte del solaio ferendo una bambina di 5 anni, fortunatamente non in maniera grave.

Attimi di paura nella scuola. La maestra, che ha assistito alla scena ha avuto un malore. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco ed i soccorsi che hanno trasportato la maestra e la bambina all’ospedale di Albano in via precauzionale. La scuola è stata evacuata e ne è stata disposta la chiusura fino a venerdì 14 per consentire i rilievi tecnici.

"Il crollo  – fa sapere l’amministrazione di Ciampino – non è riconducibile a problemi strutturali dell’edificio scolastico e non ha comportato fortunatamente nessun danno grave alle persone presenti".

Eppure quella scuola il mese scorso era stata già chiusa per problemi di infiltrazioni d’acqua nel solaio a causa di una tubatura rotta".   "Chiediamo – scrive in una nota Cittadinanzattiva onlus – che siano accertate le responsabilità in tempi rapidi. In queste condizioni, data la gravità della situazione, chiediamo agli enti locali di effettuare sopralluoghi esplorativi nelle scuole durante le vacanze di Natale. Al Governo chiediamo che  indichi con chiarezza l’ammontare delle risorse a disposizione del Fondo Unico per l’Edilizia scolastica contenuto nel  Decreto Sviluppo, e che dia il via libera al disegno di legge per destinare la parte dell’8X1000 di competenza statale alla messa in sicurezza delle scuole, perchè la carenza di fondi non diventi un pretesto per l’immobilismo”. Ecco i dati sulla sicurezza delle scuole tratti dal X Rapporto su sicurezza, qualità e comfort degli edifici scolastici redatto da Cittadinanzattiva.   Sull’episodio interviene anche Fabio Nobile, consigliere regionale Pdci/Federazione della Sinistra. “Gravissimo quanto accaduto questa mattina. Per troppi anni la manutenzione, ordinaria e non, degli edifici scolastici è stata relegata ad argomento non prioritario dell’azione amministrativa: zero investimenti e interventi centellinati solo per rimediare a situazioni emergenziali. La recente indagine di Legambiente “Ecosistema scuola” fotografa una situazione allarmante per il Lazio, con una scuola su tre che necessita di urgenti lavori manutentivi. Ed invece, i Comuni si trovano nella condizione di non poter far nulla al riguardo, a causa degli ormai ridicoli trasferimenti operati dal Governo. A questo, per il Lazio, vanno ad aggiungersi i tagli effettuati dalla Giunta Polverini ai fondi destinati alla messa a norma o alla manutenzione straordinaria degli edifici scolastici. L’incidente di oggi avrebbe potuto avere conseguenze ben più gravi di quelle registrate e per questo ritengo non più rinviabile un’azione del Governo volto a garantire l’agibilità delle nostre scuole e la sicurezza degli studenti e degli insegnanti. Alla famiglia della bambina ferita, alla maestra e alla preside va tutta la mia solidarietà”. 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti