Cibo e Cultura. Eataly e Zétema uniscono le forze per la Capitale

Siglato un accordo tra le due realtà per promuovere le attività e catturare il pubblico
La Redazione - 19 Novembre 2013

Eataly e Zètema insieme per deliziare il palato e la mente dei romani. E’ stato presentato, lunedì 18 novembre, il protocollo d’intesa siglato dalle due realtà capitoline lo scorso giugno, dove si stabilisce una sinergia basata sul meccanismo dello scambio di beni e servizi allo scopo di  promuovere le attività ed incentivare la presenza di pubblico.

In sostanza i clienti di Eataly, presentando uno scontrino di acquisto (minimo 20 euro), possono usufruire, presso qualunque museo del sistema Musei in Comune, di un ingresso ridotto (entro 14 giorni dalla data di emissione dello scontrino) nonché di uno sconto del 10% nelle librerie annesse ai siti museali. Allo stesso modo, i possessori del biglietto di ingresso – intero o ridotto – di un museo civico possono avere uno sconto del 10% da Eataly su un singolo importo per acquisto di cibo, corso di cucina o ristorante.

Cibo-e-Cultura-Eataly-Roma-Italy-Food-24A godere della convenzione saranno anche i possessori della Roma Pass (la card turistico-culturale di Roma Capitale) che riceveranno da Eataly, all’interno dello stand “Làit”, un gelato al fiordilatte e un buono pari al 10% di quanto speso per partecipare ad un corso o ad un evento per una spesa uguale o superiore al buono.

“Si tratta di un modo per attirare non solo i turisti ma anche i romani – ha affermato l’assessore alla Roma Produttiva, Marta Leonori – Roma è una città con un potenziale molto alto, questa iniziativa permette di costruire un percorso che offre ai turisti,e ai cittadini romani, la possibilità di conoscere il ricco patrimonio culturale ed enogastronomico della Capitale”.

Oltre ad agevolare gli utenti, Eataly e Zétema hanno instaurato un rapporto di reciproca promozione inserendosi una nel campo dell’altra. E così Eataly comparirà nell’opuscolo informativo del kit della Roma Pass, con relativo posizionamento geografico nella pianta di Roma, e con  l’opportunità di vendere, nelle librerie dei Musei in Comune, gadget e piccola oggettistica.

Mentre Zètema sarà presente all’interno di Eataly con opuscoli, materiale informativo sulle iniziative in programma, manifesti delle mostre allestite all’interno del circuito museale vendendo anche, nella libreria Eataly, libri, cataloghi e merchandising delle esposizioni ospitate nei Musei Civici.

“Si tratta del primo esempio di incontro tra cultura ed enogastronomia che necessitava di partire da qui, da Roma, luogo in cui è nata l’azienda – dichiara Francesco Farinetti, amministratore delegato nonché figlio del fondatore di Eataly, Oscar Farinetti – Finora ben 452 turisti hanno raggiunto il nostro punto ristoro, godendo dei buoni sconto ricevuti direttamente dai musei civici visitati. Non escludiamo un nuovo incontro in futuro, magari fra un anno, per discutere degli effetti del nostro impegno”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti