Cina ladrona – SPQR: Sempre Peggio Questa Roma – I dolori del vecchio Antoine

Fatti e misfatti di maggio 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 3 Maggio 2012

Cina ladrona

"Uno dei dodici scuolabus acquistati dal Comune di Treviso – ha pubblicato la rivista "TuttoTrasporti" – è andato fuori uso dopo meno di un mese".

Può accadere. C’è, tuttavia, da registrare un fatto o, meglio, una incongruenza. La Giunta comunale leghista di Treviso, attraverso la sua azienda di pubblico trasporto, aveva acquistato i dodici scuolabus non da un’azienda padana, ma addirittura da un’azienda cinese. Che, dunque, può ridere sotto i baffi per essere riuscita a vendere scuolabus taroccati a degli illustri rappresentanti del "fuori lo straniero" dai territori di Alberto di Giussano. Al quale – niente paura – faranno comunque proclamare, dopo "Roma ladrona", "Cina ladrona".

SPQR: Sempre Peggio Questa Roma

"A Roma – parola di Massimo Miglio, ex responsabile dell’Ufficio antiabusivismo – ci sono ben 12.315 irregolarità edilizie accertate che aspettano di essere sanzionate o, come prevede la legge, di essere sottoposte a requisizione".

Purtroppo, però, a Roma il sindaco Alemanno e il suo Corpo di vigili urbani continuano ad essere in altre faccende affaccendati. SPQR: Sempre Peggio Questa Roma.

I dolori del vecchio Antoine

"Dalle "Generali" – se n’ è uscito il suo ex presidente Antoine Bernheim, anni 88 – pretendendo un cospicuo indennizzo per non essere stato confermato nella carica".

Adotta Abitare A

Ma le "Generali" non gli hanno già versato una favolosa liquidazione e non gli hanno già assicurato una rendita vitalizia che supera il milione e mezzo di euro? Certo. Il povero Antoine, anni 88, non è, però, ancora contento. È, addirittura, addolorato e indignato. Vuoi mettere, infatti, le spese per la badante, il maggiordomo, l’autista, il giardiniere, i pannoloni e – magari – un po’ di "viagra"? Qualcuno gli ha fatto notare che milioni di pensionati sono costretti a tirare avanti con rendite di fame. E allora? Al povero Antoine, evidentemente, non gliene può fregare di meno. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti