Città turbata da incidenti stradali

Ieri investito giovane 12enne a Torrevecchia, oggi 70enne in piazza Volsinio
Enzo Luciani - 20 Aprile 2012

Oggi, 20 aprile, una donna di 70 è stata investita in piazza Volsinio, ed è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Sandro Pertini. Ieri un ragazzino è stato ridotto in fin di vita da una pirata della strada in via Pietro Maffi, a Torrevecchia, ed è ricoverato in condizioni gravissimi al Policlinico Gemelli. Entrambi lottano fra la vita e la morte.

Oggi un 37enne, ha confessato di essere il pirata della strada che ha investito il giovane. La compagna, 35enne romana che era con lui in macchina al momento dell’incidente, ha confermato la sua versione, raccontando agli agenti: «Io gli avevo detto di fermarsi». Dichiarazioni che però dovranno essere verificate. Entrambi saranno sottoposti agli esami tossicologici per verificare se avessero assunto alcol e droga. A portare gli agenti sulle tracce dei due sono state le testimonianze e le immagini registrate dalle telecamere di zona.

"La città – dichiara il consigliere Capitolino del PD Dario Nanni, membro della commissione sicurezza del Comune di Roma -è sbalordita di fronte a tanta indifferenza per la vita umana. Nei giorni scorsi abbiamo assistito ad un escalation di morti e feriti impressionante. Le strade di Roma non possono mietere vittime come in una guerra. Da mesi ripeto la necessità di adottare misure urgenti per arginare una catastrofe umanitaria dagli enormi costi sociali ed economici. Ho chiesto un Consiglio Comunale urgente per adottare alcuni provvedimenti a tutela degli utenti fragili della strada e a tale scopo ho inoltrato da mesi una proposta di deliberazione di iniziativa consiliare sulla quale invito l’aula a discutere.

Il provvedimento raccoglie alcune proposte in attesa di essere discusse dall’Assemblea Capitolina:

l’istituzione di un Organismo di monitoraggio deputato al costante controllo degli incidenti stradali, delle principali cause che li determinano, delle sedi stradali maggiormente pericolose;

l’istituzione di una Commissione tecnica mista costituita dagli organismi comunali e dai rappresentanti delle associazioni dei pedoni, dei ciclisti e dei motociclisti;

la creazione di una Mappa della città con la quale potrà essere rilevata l’incidentalità dei tratti stradali interessati; 

l’istituzione del Fascicolo della Strada;

Adotta Abitare A

la messa in sicurezza delle sedi stradali più pericolose;

la previsione e la progettazione di guard rail di nuova generazione;

la rimozione e/o spostamento di cartelloni pubblicitari installati abusivamente in violazione del Codice della strada;

interventi immediati sulla segnaletica stradale, orizzontale e verticale;

la riduzione della velocità dei veicoli prevedendo una serie di interventi strutturali come i rallentatori ottici e/o acustici, dossi, rialzi agli incroci, minirotatorie nelle intersezioni della viabilità automobilistica che siano statisticamente più pericolose, in prossimità delle scuole, dei centri anziani, dei parchi pubblici;

l’istituzione di “Zone 30”. Si tratta di aree della rete stradale urbana dove il limite di velocità è di 30 Km/h invece dei normali 50 Km/h previsti dal Codice della Strada in ambito urbano. 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti