Cittadinanza e Costituzione

Conclusa iniziativa rivolta alle scuole superiori di Roma e Provincia
di Serenella Napolitano - 28 Maggio 2012

Nel dicembre 2010 si diede l’avvio al progetto ‘Cittadinanza e Costituzione’. Con il contributo della Provincia di Roma, gli studenti delle Scuole Superiori ebbero la possibilità di conoscere dettagliatamente l’origine e la storia della Costituzione italiana, dallo Statuto Albertino all’Assemblea costituente, i suoi principi fondamentali, l’ordinamento della Repubblica. 350 gli studenti coinvolti a cui fu data anche una copia della nostra Costituzione, e l’opportunità di vivere e conoscere da vicino le grandi personalità che fecero quella Costituzione

Nel giorno dell’inaugurazione di due anni fa, era presente anche Oscar Luigi Scalfaro. Il presidente emerito della Repubblica Italiana, Oscar Luigi Scalfaro si rivolse alla platea di studenti con affetto parlando della Carta Costituzionale: “La Costituzione chiede di essere amata, ma per essere amata deve essere conosciuta. Conoscerla vuol dire viverla. La Costituzione è nata per unire, mai per dividere. Non ha in sé questo perfido scopo, perché al centro della Costituzione vi è la persona umana. Quando abbiamo votato l’articolo 1 e ogni volta che lo sento nominare provo un brivido. Ogni cittadino vedendo quella Carta ha potuto dire ‘questa Carta è anche mia’ ”.

Oggi 28 maggio 2012 il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti e l’assessore provinciale alla Scuola, Paola Rita Stella hanno presentato l’evento conclusivo del progetto alla presenza dei presidenti emeriti della Corte Costituzionale, Giovanni Maria Flick e Fernanda Contri, dell’archeologo e storico dell’arte Salvatore Settis e del vescovo di Terni, monsignor Vincenzo Paglia.
L’incontro si è concluso con la proiezione del filmato-intervista a Oscar Luigi Scalfaro dal titolo ‘Giovani: non arrendetevi mai!’

“Questo progetto – ha spiegato Zingaretti – è uno dei più importanti tra quelli che abbiamo promosso perchè aiuta la scuola nella sua funzione di formare i cittadini. La Costituzione è importante per gli uomini che l’hanno scritta e per chi è morto per costruire la democrazia, animato dal bene per la Nazione. Oggi, invece – continua Zingaretti – il cancro della politica è dato dalla percezione che chi ha responsabilità pubblica lo faccia per un proprio interesse “. Zingaretti ha poi ricordato ai ragazzi presenti a palazzo Valentini che la Costituzione “garantisce l’agibilità per essere cittadini, ma non è data: ogni giorno va conquistata”.
Durante la conferenza sono stati spiegati tre articoli della Costituzione: l’articolo 1, 3 e 9, Più che commenti sono stati delle vere e proprie Lectio Magistralis. Giovanni Maria Flick ha spiegato l’importanza e l’iter che fu affrontato dai nostri padri costituenti per redigere il primo articolo della Costituzione, Fernanda Contri si è soffermata sull’art. 3, sulla dignità sociale e uguaglianza “un fatto non solo etico ma di religione, pensiero” ha detto; infine una bellissima digressione su un ulteriore punto fondamentale della Costituzione, l’art. 9 che riguarda la tutela del Patrimonio Culturale a cui ha dato ampia spiegazione il professore Settis.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti