Clamoroso al VII. La maggioranza si presenta al completo

Nella seduta del 21 settembre 2010
di Alessandro Moriconi - 22 Settembre 2010

La seduta del 21 settembre che ha visto la maggioranza presentarsi con la sua squadra base (non accadeva da mesi) si è aperta con l’intervento del portavoce del Comitato Popolare Roma Est Luigi Giacinti, che ha rivendicato la bontà dell’iniziativa di occupazione della tensostruttura di viale de Chirico, tesa ha detto, nello strappare il manufatto al degrado e metterlo a disposizione dei cittadini del municipio.
Giacinti si è anche soffermato sulla solidarietà all’iniziativa offerta da diversi cittadini residenti e al cambio di umore che sembra aver colpito le forze dell’ordine intervenute sul posto: tolleranti al mattino e in tenuta antisommossa al pomeriggio; quando hanno sgomberato senza tanti complimenti la tensostruttura abbandonata dall’impresa costruttrice prima di essere ultimata e ancora mancante del non previsto imbocco in fogna dei servizi igenico/sanitari e di conseguenza non ancora presa in carico dal patrimonio del Comune di Roma.

L’iniziativa in consiglio dei militanti del Comitato Popolare Roma Est si è di fatto tramutata in una esternazione pubblica sull’occupazione e dei fatti accaduti a cui è seguito l’ormai rituale silenzio istituzionale e pensare che ieri c’erano in sala sia l’Assessore alla cultura e sport (Galli) e sia quello alle politiche sociali (Pungitore).

Ha poi preso la parola la Sig.ra L. Chicconi che ha denunciato le peripezie e il pessimo trattamento ricevuto dagli anziani del Municipio Roma 7 che hanno scelto per il soggiorno estivo una località marina sulle bellissime coste della Calabria. Una organizzazione e una scelta alberghiera a dir poco fantozziana che ha visto 45 anziani soggiornare a diversi chilometri dal mare, in un residence scomodo e per di più con un vitto da catering. Purtroppo ha detto la signora Chicconi, gli anziani non hanno potuto abbandonare in massa il soggiorno per il solo fatto che lo stesso era già stato pagato prima della partenza. Tuttavia sembrerebbe che alcuni anziani l’abbiano ”fatta franca” e siano potuti "fuggire" dal soggiorno in quanto non avevano pagato in anticipo dovendolo fare sul posto.
Il presidente Marinucci ha garantito che saranno effettuate le opportune verifiche a cui ovviamente seguiranno delle prese di posizione da parte del municipio al fine che queste incresciose situazioni non abbiano più a ripetersi.

La seduta del consiglio è proseguita con la presentazione di due question time da parte del consigliere F. Figliomeni (Pdl).
La prima riguardante il rafforzamento della vigilanza su strada dinanzi alla scuola Catullo, che purtroppo gode di un accesso e marciapiedi stretti, e che oggi è delegata ad un solo anziano.
La seconda sui lavori da effettuare per la sistemazione del Parco di Tor Sapienza e contenuti in una risoluzione approvata all’unanimità e disattesa da oltre due anni.

Si è poi passati alla discussione del punto all’ordine e riguardante l’aumento in bilancio dei fondi necessari alla manutenzione del verde nelle scuole e negli asili nido.
La discussione ha visto il Pdl schierato a favore della scelta del Campidoglio di centralizzare servizi ed acquisti perché consente notevoli risparmi. Di diverso avviso la posizione del centrosinistra il quale afferma che una delle peculiarietà dei servizi sta nell’urgenza dell’intervento e questi è garantito solo da un decentramento della competenza.
Il Pdl pur essendo contrario all’impostazione della maggioranza municipale si è astenuto al momento del voto, consentendo così che la risoluzione fosse approvata all’unanimità con ben 14 voti a favore. Gli undici del Pd, quello di Platania dell’Udc e quelli ormai sempre più determinanti di Mariani e Giuliani.
A consiglio terminato il cons. Giuliani ci ha segnalato le pressioni del Pd locale affinché riassuma la presidenza della commissione del personale, un invito questo a cui intendere rispondere positivamente ma non prima, ha sottolineato, di aver ricevuto risposte alle interrogazioni e ai quesiti posti ad assessori e presidente, quasi tutti miranti alla trasparenza e alla legalità su atti autorizzativi di concessioni edilizie. Giuliani ritiene inoltre indispensabili la creazione ad hoc delle commissioni per la sicurezza e per mercati domenicali e visto i problemi creati da una prostituzione sempre più sulla porta di casa dei cittadini e quanto succede a Porta Portese Est " sono decisissimo ad andare avanti " e a non tornare indietro sulla mia decisione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti