Cocaina, una ‘processione’ a due passi da San Pietro

Sgominata una banda di trafficanti di droga nel giorno di San Pietro e Paolo
di Emiliana Costa - 1 Luglio 2009

Un andirivieni di fedeli, anzi fedelissimi, a due passi dal Vaticano. Una processione a base di polvere bianca sgominata dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia San Pietro, proprio nel giorno dei S.S. Pietro e Paolo. Ad “officiare il rito”, una banda di trafficanti di droga composta da cittadini venezuelani e dominicani. Tra loro anche una donna di 36 anni. I militari li hanno sorpresi all’interno di un appartamento, non lontano dalla basilica, con quattro chili di cocaina purissima pronta per essere piazzata sul mercato italiano.

A tradire i trafficanti è stato proprio il continuo via vai di persone dall’abitazione: i carabinieri, insospettiti, hanno fatto scattare un blitz nell’appartamento occupato dagli stranieri durante il quale sono stati rinvenuti e sequestrati due sacchi di polvere bianca, migliaia di euro e alcuni biglietti aerei emessi su tratte internazionali.

L’appartamento è considerato dagli inquirenti il centro di raccolta e smistamento della droga: per il trasporto i corrieri hanno utilizzato i classici ovuli, ingeriti poco prima della partenza ed espulsi dopo il lungo viaggio che dal Sud America li ha portati nella Capitale passando per la Spagna. Al momento dell’arresto tre degli stranieri avevano ancora in corpo oltre cinquanta ovuli, contenenti circa 700 grammi di cocaina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti