Colli Aniene. Via degli Alberini: allarme sensibile ai gatti disturba quiete pubblica

Antonio Barcella - 19 Gennaio 2021

Quante volte siamo stati svegliati, nel cuore della notte, da un allarme impazzito? Per coloro che hanno il sonno leggero e il giorno dopo devono recarsi sul posto di lavoro è un fastidio insopportabile. Quando però l’episodio capita sistematicamente e magari si tratta proprio del nostro vicino di casa che ha tarato la sensibilità dell’allarme in modo tale da scattare anche al minimo “fruscio di vento”, il limite della pazienza può facilmente traboccare e farci così perdere le staffe. Le soglie di rumore di un antifurto devono rispettare i limiti stabiliti dai regolamenti ministeriali e da quelli eventualmente emanati dal Comune.

Nel caso segnalato dal nostro lettore, non abbiamo elementi per giudicare a quale livello arriva il disturbo ma riteniamo che il messaggio espresso con correttezza ed ironia abbia il diritto di essere ospitato dal nostro sito:

“Un noto supermercato in via degli Alberini, nel quartiere di Colli Aniene, è dotato di un sistema d’allarme sensibile ai gatti. Di notte un gatto passa sul tetto e il sistema d’allarme scambiando il gatto per un ladro, si mette a suonare all’impazzata e sveglia tutti gli abitanti dei palazzi vicini. Ci sono persone che lavorano tutto il giorno e la notte vorrebbero riposare. A nulla sono valsi i mille reclami. Abbiamo scritto al direttore del supermercato con l’allarme sensibile ai gatti ed anche al direttore generale. Niente da fare. Questa notte alle quattro la sirena ha svegliato tutti per l’ennesima volta. Che fare? Unica speranza è rivolgersi alla gattara che porta da mangiare ai mici di via degli Alberini, affinché parli ai mici e li preghi di non passare sul tetto del supermercato con l’allarme strampalato. Renato P.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti