Coltelli, da gennaio 2009, 2 morti, 5 in Provincia, 50 omicidi in Italia

Santori (PDL): “Emendare disegno legge contenente disposizioni in materia di sicurezza pubblica”
Enzo Luciani - 26 Aprile 2009

“Il Governo e il Parlamento hanno una grande occasione per emendare il disegno di legge contenente le disposizioni in materia di sicurezza pubblica inasprendo le pene per chi è trovato in possesso di armi da taglio, così come richiesto dal sindaco di Roma, Gianni Alemanno». È quanto afferma Fabrizio Santori, consigliere capitolino e presidente della commissione Sicurezza del Comune di Roma.

“I dati forniti dalla Polizia di Stato risultano inequivocabili e a maggior ragione, dopo l’intensificazione dei fatti di cronaca relativamente all’arma bianca, è necessario porre mano alla normativa, – prosegue Santori – rispetto al numero dei delitti in Italia, circa 600 all’anno in media, il 27,4 per cento sono costituiti da arma da taglio e già dall’inizio del 2009 si contano circa 50 omicidi con il coltello di cui 2 nella Capitale e 5 in Provincia di Roma senza dimenticare i numerosi feriti che hanno coinvolto per lo più ragazzi minorenni”.

«È in discussione alla Camera – conclude Santori – il disegno di legge contenente le disposizioni in materia di sicurezza pubblica, atto presentato dal ministro dell’Interno Maroni, e dal ministro alla Giustizia Alfano, il quale prevede, tra le altre cose, diverse modifiche al Codice penale. Auspichiamo che il reato di detenzione abusiva di armi previsto dal codice penale stesso all’articolo 697 sia trasformato in un delitto. Attualmente, il predetto reato è disciplinato con pene contenute, definito cioè lieve, e di carattere contravvenzionale. Per questo è necessario inasprire le pene e trasformare la detenzione da arma bianca come un delitto che può essere esercitato consapevolmente nei confronti di un altro individuo, con la possibilità di commettere un omicidio. È, dunque, assolutamente necessario inserire tale provvedimento nel disegno di legge, in materia di sicurezza, in discussione alla Camera, per prevenire fenomeni che in questo momento ci preoccupano, e che non bisogna sottovalutare. Roma è una città sicura, ma rimane alta l’attenzione del Sindaco per garantire serenità e libertà dei cittadini capitolini”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti