Come non pagare più l’energia elettrica per 20 anni nel Municipio XV

Oggi è possibile con l’iniziativa Zero in Bolletta, patrocinata dal Municipio attraverso dei finanziamenti per l’installazione di impianti fotovoltaici sul tetto della propria casa
di Francesca Romana Antonini - 3 Dicembre 2009

“Zero in bolletta”, ovvero come non pagare più, per venti anni, l’elettricità che si consuma.

Per risparmiare sulle bollette energetiche, le nuove tecnologie, ed in particolare il fotovoltaico, offrono un aiuto sostanzioso e rappresentano una soluzione concreta per coniugare le esigenze di risparmio dei cittadini con la necessità di un minore impatto ambientale. Si arriverebbe così alla riduzione globale delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera colpevoli dell’effetto serra, nell’ambito delle misure previste nel nostro paese con l’adesione al Protocollo di Kyoto, grazie al sistema d’incentivazione alla diffusione dell’uso di queste fonti rinnovabili di energia.

Proprio per questo il Municipio Roma XV di Roma ha deciso di patrocinare l’iniziativa Zero in bolletta, proposta dalla società Hyperion srl insieme a Etruria Spa società per il credito alle famiglie del Gruppo Banca Etruria. Si tratta di un progetto che garantisce un finanziamento per l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della propria casa.

Attivando quindi sul proprio tetto i pannelli solari questi consentiranno ai cittadini del territorio che aderiranno di non pagare più, per 20 anni, la bolletta per la fornitura di energia elettrica senza dover investire denaro proprio. Questo perché l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici compensa quella consumata da un’utenza di 3 kilowatt e l’impianto ha una durata certificata di 20 anni, pur continuando a produrre per i 10 anni successivi.

Le condizioni per aderire al bando Hyperion Zero in bolletta sono che il tetto sia idoneo all’impianto (quindi ben soleggiato), e che lo stesso sia di proprietà del richiedente. L’installazione dell’impianto e la sua manutenzione sono interamente coperti dal contributo in conto energia. A chi aderisce sono richiesti solo 250 euro per coprire le spese tecniche ed amministrative di istruttoria della domanda. Al resto provvede la Banca. Successivamente tramite questo conto energia, il richiedente, a partire dal tredicesimo anno, cioè rimborsato il prestito (capitale più interessi) a Etruria Spa, si vedrà accreditato un importo annuo costante di circa € 2.520 per 8 anni.

Secondo Dante e Stefano Gioacchini, Responsabili Tecnici di Hyperion – “Il Progetto Zero in bolletta si differenzia da altre iniziative similari, perché offre a chi aderirà un sostegno completo per ogni diversa fase dell’operazione; dalla fase iniziale del sopralluogo alla stesura formale del finanziamento, sino al collaudo e alla messa in opera dei pannelli solari. Tutti i benefici economici dell’operazione sono integralmente a favore dei proprietari dei tetti. Inoltre, le tecnologie utilizzate, oltre ad essere supportate da materiali all’avanguardia e garantiti nel tempo, prevedono una garanzia dei singoli componenti dell’impianto fotovoltaico (diversi dai pannelli) non inferiore ai 12 anni”.

“Mille impianti fotovoltaici nel nostro Municipio, un contributo sensibile al contrasto del mutamento climatico, bollette elettriche pari a zero e, in prospettiva, anche una sostanziosa entrata economica per chi aderisce. Il progetto che abbiamo patrocinato – dichiara il presidente del XV Municipio, Gianni Paris – è il riconoscimento ed il coronamento di un lavoro convinto e costante che il Municipio porta avanti dal 2004. Un impegno che ci ha visti primeggiare a Roma sui temi della sostenibilità energetica, fino a rappresentare la Capitale in progetti di ricerca europei. Su questa nuova possibilità abbiamo cominciato a lavorare con l’assessore”.

“Sono convinto – continua Paris – che i diversi interessi siano ben equilibrati: quelli dell’ambiente, quelli dei cittadini, quelli dell’impresa e quelli della banca. Spero che i nostri cittadini sappiano cogliere questa opportunità che, primi a Roma, gli viene offerta. Ancora una volta abbiamo dimostrato che, anche in questa città, è possibile passare dai convegni ai fatti e, su questi contenuti, ho proposto ai Presidenti degli altri Municipi di fare altrettanto, mentre le stelle del Campidoglio stanno ancora a guardare”.

Adotta Abitare A

Dettagli tecnici, condizioni dell’offerta e bando sono reperibili all’indirizzo web www.zeroinbolletta.it.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti