Commercio ambulante, De Vito: “Richiamo alla prudenza e all’equilibrio”

Redazione - 2 Marzo 2021

“Oggi in Assemblea Capitolina è stato affrontato il tema del commercio ambulante, particolarmente delicato perché coinvolge circa 12mila famiglie romane. Dal dibattito tra tutte le forza politiche e anche dalla conclusiva mancanza del numero legale sull’ordine del giorno della maggioranza è emerso il richiamo da parte dell’Aula alla prudenza e all’equilibrio nell’affrontare un tema particolarmente sentito, specialmente in un momento come l’attuale caratterizzato da una grande incertezza economica dovuta alla pandemia ancora in atto” ha dichiarato il presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito.

“Preoccupa l’orientamento dichiarato nei giorni passati dall’Amministrazione – diverso, ad esempio, anche da quello adottato dalla sindaca Appendino – che sembra non considerare i contenuti del Decreto Rilancio approvato dal Governo e convertito dal Parlamento, che prevede il rinnovo fino al 2032 delle concessioni di posteggio con scadenza entro dicembre 2020. Un provvedimento che non è stato dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale e che si pone in linea di continuità con i precedenti indirizzi votati in maniera quasi unanime (31 su 38) dall’Assemblea Capitolina con la mozione n. 15/2016, peraltro a prima firma dell’attuale assessore al Commercio, che indica di escludere gli ambulanti dal perimetro capitolino della Bolkestein” ha proseguito il presidente.

“Auspico conclusivamente che prevalgano il buonsenso e una valutazione maggiormente ponderata di tutti i complessi fattori che caratterizzano il tema” ha concluso De Vito.

 

Nostro commento: noi abbiamo capito, l’avrà capito anche la sua Sindaca?”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti