Commercio su aree pubbliche, approvate linee indirizzo e norme transitorie per concessione licenze

Operatori in regola autorizzati ad esercitare fino a definizione nuove procedure
Redazione - 24 Aprile 2021

La Giunta Capitolina ha approvato una memoria che recepisce il parere, formulato dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, sul rinnovo delle concessioni di posteggio su area pubblica scadute lo scorso 31 dicembre 2020.

Con questo atto formale la Giunta dà mandato agli uffici competenti, coordinati dalla Direzione Generale, di predisporre le procedure di selezione a evidenza pubblica per l’affidamento delle concessioni. Allo stesso tempo, nelle more dell’espletamento dei bandi, viene garantito agli operatori il temporaneo esercizio delle attività commerciali sul suolo pubblico.

“Abbiamo dato mandato alla Polizia di Roma Capitale di verificare le postazioni commerciali oggetto delle selezioni pubbliche, agli uffici competenti di predisporre le planimetrie eventualmente necessarie e di diramare a tutte le strutture amministrative coinvolte una specifica circolare operativa, per declinare le singole fasi del procedimento ad evidenza pubblica”, spiega l’assessore allo Sviluppo Economico, Turismo e Lavoro Andrea Coia.

“Per quanto riguarda i mercati rionali, le edicole e i chioschi, l’Amministrazione riconosce che essi costituiscono un patrimonio di Roma Capitale tradizionalmente dedicato all’approvvigionamento di beni e servizi primari per la cittadinanza”, prosegue Coia. “E che, nello stesso tempo, essi rappresentano luoghi di incontro e centri di aggregazione, svolgendo quindi anche una funzione sociale e un servizio di pubblica utilità. Nei relativi bandi di gara saranno dunque previsti specifici elementi premianti, volti alla valorizzazione massima del requisito dell’anzianità e professionalità acquisita, degli investimenti fatti dagli operatori nonché di ogni altro criterio o elemento idoneo a valorizzare l’attività commerciale meritoriamente esercitata dagli attuali concessionari, sempre nel rispetto del principio di libera concorrenza e non discriminazione” .


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti