Conferenza e video: ”L’autobiografia nella Biblioteca Vaccheria Nardi, 2010-2019”

Giovedì, 16 gennaio 2020 alle ore: 16:30-19:00 a cura dell'Associazione Spazio Tempo  per la Solidarietà
Redazione - 12 Gennaio 2020

Giovedì, 16 gennaio 2020 alle ore: 16:30-19:00, conferenza e video: ”L’autobiografia nella Biblioteca Vaccheria Nardi, 2010-2019” a cura dell’Associazione Spazio Tempo  per la Solidarietà.

Attiva dalla fine degli anni ’90 sul territorio del IV Municipio romano, l’associazione Spazio Tempo per la Solidarietà si occupa di promozione culturale e formazione autobiografica. In collaborazione con le Biblioteche di Roma, negli anni si è impegnata nella ricerca e nello studio delle storia dei luoghi e delle persone come testimonianza delle trasformazioni del territorio e dei suoi abitanti. Con il patrocinio scientifico della Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari, l’associazione si è impegnata in diverse iniziative di carattere documentaristico, oltre che pedagogico e culturale.

Per raccontare e celebrare le attività legate alle Biblioteche di Roma, Giovanni D’Alfonso e Ludovica Mazzola ci accompagneranno per una strada lunga dieci anni fatta di ricordi e di documenti che ci riporteranno indietro nel tempo e nello spazio attraverso la memoria umana del paesaggio, avvalendosi anche di materiale audiovisivo e di brani di libri che saranno recitati a voce alta. Un viaggio nelle memorie autobiografiche degli abitanti del quartiere che hanno vissuto in prima persona i suoi cambiamenti.

Vi ricordiamo che la bellissima mostra documentaria “Dal Bue Primigenio alla Biblioteca Vaccheria Nardi” realizzata in collaborazione con la Sovrintendenza Capitolina e il Museo di Casal de’ Pazzi, che mira a raccontare la storia della biblioteca e del territorio, è visitabile negli orari di apertura della Biblioteca fino a sabato 25 gennaio 2020.

sito Bibliotu: https://www.bibliotechediroma.it/opac/library/biblioteca-vaccheria-nardi/RMBE1

facebook: www.facebook.it/bibliotecavaccherianardi

instagram: https://www.instagram.com/bibliotecavaccherianardi/

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti