Consegnati i primi 32 orti pubblici nel VII municipio

Venerdì 23 novembre 2012 la cerimonia di assegnazione all'interno del Parco Alessandrino- Tor Tre Teste
di M. A. - 27 Novembre 2012

Sono state consegnate il 23 novembre 2012 le chiave di accesso alle 32 porzioni di orto realizzate dal Municipio Roma VII all’interno del Parco Alessandrino/Tor Tre Teste. Un progetto partecipato interamente finanziato dalla Regione Lazio e reso possibile grazie all’allora Assessore al Bilancio nella Giunta Marrazzo, l’On.le Luigi Nieri.

Un percorso partecipato condiviso con associazioni e cittadini che ha portato alla ristrutturazione del Parco delle Palme con all’interno un orto di oltre 300 mq gestito dagli iscritti al Centro Sociale per Anziani Nino Manfredi. Sempre all’interno del medesimo finanziamento anche il rifacimento totale del parco di Tor Sapienza con nuovi giochi per bambini e 22 orti anch’essi ormai prossimi alla consegna, visto che gli uffici hanno terminato le procedure e le graduatorie delle domande previste nel bando pubblico.

Ma torniamo all’evento dell’assegnazione, avvenuta all’interno della struttura realizzata dal Municipio e affidata all’associazione Città Alessandrina in piazza dell’Acquedotto e a cui oltre alla presenza obbligata dei futuri ortisti assegnatari c’era anche il presidente della Coop. Agricoltura Capodarco e i Soci della Coop. Coraggio che hanno contribuito alle stesura della convezione e del regolamento dell’Agro Club Municipio Roma VII.

Laboratorio Analisi Lepetit

Non potevano mancare alla cerimonia di assegnazione gli iscritti e il presidente dell’Ass.ne Culturale prof. Angelo Pandimiglio autentici combattenti per la realizzazione di progetti socio/culturali tesi all’aggregazione e al miglioramento della qualità della vita nel quartiere. Presenti all’assegnazione anche i funzionari del Cea Municipale del quale l’Ass.re Moriconi ne ha sottolineato il motivato e determinante supporto tecnico/amministrativo che ha consentito di arrivare all’assegnazione superando non poche difficoltà burocratiche.
A tutti i partecipanti del corso tenutosi per fornire tutte le nozioni necessarie alla coltivazione biologica degli orti è stato consegnato un attestato di frequenza. Nei prossimi giorni il terreno sarà pulito ed arricchito con letame, pronto ad ospitare i fragranti ortaggi che i neo ortisti metteranno a dimora.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti