Francesco Sirleto primarie V municipio

Continuate a innaffiare “Roberto”

Ovvero il pollice verde della politica
Enzo Luciani - 2 Novembre 2011

Continuate a innaffiare “Roberto”! (Roberto – dal nome del presidente del VII Mastrantonio – è il nome che abbiamo deciso di conferire all’esile pianta ritratta nella foto, e spiegheremo il perché).

È l’invito che ho rivolto appena ieri – 2 novembre 2011 – al mio amico Silvio S. che è uno dei due “amici del parco” che si ostinano ad innaffiare un “pino nero”, ultimo superstite di una colonia di circa 50 alberetti importati dalla Romania e piantati il 15 gennaio 2011 dal Presidente del VII e dal Presidente del Partito Democratico romeno Victor Ponta “nell’ambito – recitava il comunicato stampa – della più stretta collaborazione tra il Municipio Roma VII e l’Associazione dei Romeni in Italia” (www.abitarearoma.net/index.php)

Lungi da noi la volontà di maramaldeggiare su questo atto di demagogia ecologica perpetrato, nonostante che avessimo a suo tempo espresso la speranza che “si soprassedesse all’iniziativa”, in quanto era palesemente condannata all’insuccesso.

Infatti, come avevamo informato il presidente botanico, il pino nero ha il suo habitat esclusivamente in zone montuose mediterranee ed in Italia è presente con tre sottospecie spontanee nelle Alpi orientali, nell’Appennino centrale e in quello meridionale.

E tuttavia, nonostante la morte prematura degli altri quarantanove, il pino nero di nome Roberto, qualora dovesse inopinatamente sopravvivere, grazie all’innaffiamento dei mie due “amici del parco” non potrà non rientrare in un programma turistico che ne abbini la visita con l’antico Acquedotto Alessandrino e la Chiesa di Meier.

Quindi, amici, continuate ad innaffiare Roberto! Hai visto mai che anche la politica si metta a fare miracoli, ancorché botanici…


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti