ContrasSegni chiude con l’incontro con la scrittrice Miranda Miranda

L’autrice, affiancata da Maria Vittoria Vittori, ha presentato il suo ultimo libro 'Il mare sospeso'
di Anna Corsi - 17 Luglio 2011

Il 15 luglio 2011alle ore 21.30, presso il sagrato di San Pietro a Segni, si è conclusa la manifestazione ContrasSegni, con l’incontro con la scrittrice Miranda Miranda.

L’autrice, affiancata da Maria Vittoria Vittori, accompagnata dalle musiche di Francesca Ricelli e dalla voce di Susanna Mastini, ha presentato il suo ultimo libro Il mare sospeso (Cavallo di Ferro 2011, pag.374, euro 18).

Si tratta di una storia di appartenenze difficili: la prima con il Vomero, quartiere dove la protagonista lavora in uno studio fotografico e l’altra con il tenore Tiziano che vive di inganni e menzogne. Il loro rapporto va avanti per sei anni; mentre lei si rifugia nell’illusione di una reale condivisione di sentimenti, l’immaturo Tiziano continua a vivere la propria vita.

Le fotografie, sua grande passione, creano atmosfere dal sapore antico, fermano il tempo; sono in grado di penetrare “nel retrovia dei sentimenti”. L’incanto delle fotografie in bianco in nero, delle immagini sbiadite dal tempo ma che ancora conservano integro il loro fascino, percorre l’intero romanzo. La fotografia si presenta “come arricchimento di consapevolezza e di sensibilità, come manutenzione e restauro degli affetti e in un certo senso come una minuscola eternizzazione delle nostre esistenze”. E tutto ciò si scontra con la difficile realtà della camorra in una Napoli che “si ama come una persona insopportabile”.

Proprio la fotografia ha fatto da sfondo alla serata conclusiva di ContrasSegni infatti, durante la presentazione, sul sagrato di San Pietro era esposta la mostra fotografica intitolata “Storie del mare-da Ulisse ai nostri giorni” a cura del gruppo fotoamatori di Segni.

Anche questa volta c’è stato un legame fra la poesia, letteratura, musica e fotografia. L’autrice si è dichiarata incantata dall’ambientazione inusuale, così lontana dalle librerie e biblioteche, luoghi deputati per le presentazioni dei libri e più vicina ad un bosco fatato.

L’atmosfera familiare e amichevole ha favorito un forte coinvolgimento emotivo del pubblico, confermando la ricchezza e profondità, prive di pretese, che hanno caratterizzato l’intera manifestazione ContrasSegni.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti