ContrasSegni

Incontri di storie, immagini e musica
di Anna Corsi - 9 Luglio 2011

Un HappyHour Book – un aperitivo in musica a cura di Fabio Valeri e Mario Vari – ha accompagnato l’innagurazione della prima edizione di ContrasSegni, incontri di storie, immagini e musica.
Il 7 luglio alle ore 18:00 presso la biblioteca comunale di Segni questa manifestazione, dal nome giocoso e tuttavia significativo, ha avuto inizio con la collaborazione di Maria Vittoria Vittori e di Annalisa Ciccoti.
Come affermano le organizzatrici ContrasSegni vuole essere una vera e propria sinestesia fra i diversi tipi di arte non una semplice riproduzione, in piccolo, di un festival letterario.
Nata intorno all’idea di uno sviluppo di Versi diversi (rassegna di poesia ormai alla sesta edizione), nelle intenzioni dell’Assessore alla Cultura Valente Spigone, si dovrà trasformare in un vero e proprio festival letterario, che ogni anno affronterà un tema diverso. Quest’anno il tema è l’appartenenza, tuttavia, l’innovazione non si trova solo nei temi trattati ma nell’idea di una sinestesia tra le arti.
Il primo appuntamento è stato la presentazione del libro Dodecapoli di Laura Ricci. Un libro dove fotografia, letteratura e poesia si legano in un architettura espressiva complessa. Il filo conduttore tra i racconti che compongono il libro è lo spazio, uno spazio tutto femminile, del quale le donne si riappropriano. Primo fra tutti, la piazza, luogo a lungo interdetto alle donne.

Le voci di Augusta Ciotti e Antonietta Pastorelli hanno emozionato il pubblico con la lettura appassionata di due racconti.
La splendida ambientazione, il sagrato della Chiesa di San Pietro, ha reso l’atmosfera accogliente.
Il rapporto colloquiale che si è instaurato fra l’autrice Laura Ricci e Maria Vittoria Vittori ha reso ancor più coinvolgente la presentazione. Senza nessuna pretesa o velleità di grandezza si è rivelato un incontro, nella sua apparente semplicità, pieno di emozioni e significato.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti