Controlli antiprostituzione a Roma

Cinquanta straniere identificate, anche donne in gravidanza. Operazione in varie zone della capitale
di Franco Leggeri - 8 Luglio 2009

Operazione antiprostituzione su vasta scala è stata eseguita in varie parti della città tra il 1 ed il 2 luglio. Le zone interessate sono state via Salaria, via Cristoforo Colombo, Prati Fiscali, via Tiburtina, viale Togliatti, via Aurelia e via Castel di Guido.

L’operazione è stata condotta dal Questore di Roma Dott. Giuseppe Caruso che ha messo in atto una task force con equipaggi delle Volanti e poliziotti dell’Ufficio immigrazione, sono state impegnate anche unità speciali della sezione Criminalità Stranieri e Prostituzione della Squadra Mobile.

Le squadre operative della Mobile hanno trovato tre donne incinte, tra il sesto e l’ottavo mese di gravidanza, che anche in queste condizioni erano costrette dai loro sfruttatori a lavorare sul marciapiede. Le donne incinte, tutte di nazionalità romena, sono state affidate ai centri di accoglienza dove rimarranno sino al momento del parto.
Cinque prostitute romene sono state accompagnate al CIE di Ponte Galeria e da qui rimpatriate. Sei minorenni sono state accompagnate al Centro di Accoglienza Minori.
Il bilancio dell’operazione si è concluso con 50 straniere identificate tra romene, nigeriane, bosniache e bulgare.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti