Controlli fiscali nei campi rom

Consiglio comunale approva o.d.g presentato dal consigliere Rocca
Enzo Luciani - 31 Ottobre 2012

Ieri 30 ottobre l’Assemblea Capitolina ha approvato un ordine del giorno presentato Federico Rocca Consigliere di Roma Capitale con il quale s’impegna il Sindaco a farsi promotore presso i Ministri competenti, il Prefetto di Roma, il Questore di Roma, il Comando Generale della Guarda di Finanza e il Comando della Polizia di Roma Capitale affinché siano predisposti controlli e accertamenti patrimoniali e fiscali nei campi nomadi.

"Alcuni controlli – spiega il consigliere – si fanno ma occorre un protocollo d’intesa affinché quest’attività sia svolta sempre, con continuità e coordinamento poiché è assurdo che noi comuni mortali siamo sottoposti giustamente a controlli di ogni sorta e poi ci siano delle isole felici dove nessuno è tenuto a dichiarare i propri beni, i propri conti correnti o bancari e la provenienza dei propri guadagni. Come fanno delle persone nulla tenenti che addirittura ricevono l’assistenza dei nostri servizi sociali ad avere auto e beni di lusso e un’ingente disponibilità di denaro? Da dove vengono quei soldi? Com’è stato possibile acquistare qui beni? Noi siamo tenuti a dimostrarlo e i controlli sono eseguiti con certosina puntualità, pertanto i nomadi che hanno deciso di risiedere sul territorio italiano e in questo caso nella città di Roma non dovrebbero godere di alcuna esenzione.

E’ ora di fare accertamenti e di passare a confische, sequestri e sanzioni, è ora di rifiutare questo razzismo fiscale al contrario. Con questo ordine del giorno l’Assemblea Capitolina ha dato un mandato chiaro a muoversi su questa direzione, ora speriamo che si passi ai fatti una volta per tutte2.

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti