Coronavirus: “Accelerare iter forniture mascherine anche nelle farmacie”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d‘Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina
Redazione - 1 Aprile 2020

“Sembrerebbero in arrivo le prime mascherine destinate prima di tutto agli ospedali di tutta Italia, ma siamo ancora lontani dal traguardo previsto in quanto, secondo stime di settore, ne servirebbero  milioni di pezzi al mese. Così vista l’emergenza, ognuno si arrangia come può con mascherine fatte in casa.

“Ma è mai possibile che a settimane di emergenza il Governo non si sia ancora attivato per reperire in maniera massiccia, fuori e dentro l’Italia, questo articolo ormai diventato bene di lusso? Se pensiamo che nella Capitale sono introvabili, immaginiamo nei centri minori, e questo fa crescere la preoccupazione dei cittadini nel reperirle. Nei giorni scorsi siamo riusciti, con il consigliere del municipio V Christian Belluzzo e con l’Unione cristiana evangelica cinese in Italia a dotare di mascherine dipendenti e Polizia Locale del Municipio V nonché i medici necrologici della Asl Roma 2, un gesto significativo a cui speriamo ne seguano altri. Chiediamo innanzitutto alle Istituzioni si sveltire tutto l’aspetto burocratico che sta frenando la fornitura di mascherine provenienti dall’estero e anche in Italia e di attivarsi per dirottare una parte di quelle mascherine anche nelle farmacie di tutta Italia a prezzo accessibile, per permettere ai cittadini di poter accedere a loro volta a questo dispositivo sanitario che rappresenta un piccolo contributo alla virulenza del virus, sventando in questo modo anche tutto quel commercio sotterraneo di vendita di mascherine che raggiungono prezzi elevati per non dire pirateschi”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d‘Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Fresco Market
Fresco Market

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti