Coronavirus: “Autorizzare laboratori accreditati per smaltire file drive in”

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d'Italia e vice presidente dell'Assemblea Capitolina
Redazione - 9 Ottobre 2020

“È inaccettabile che intere famiglie di persone, anche con bambini piccoli e persone anziane, stìano in fila intere giornate, sin dalla notte, per poter effettuare il tampone molecolare presso i drive in che sono sempre più intasati, con gli immaginabili disagi che sono sotto gli occhi di tutti. Riteniamo che la Regione Lazio dovrebbe attivarsi concretamente per eliminare queste vergognose attese, anche nella trasmissione delle risposte, ed un modo concreto potrebbe essere quello di autorizzare i laboratori accreditati, con sezione di genetica e microbiologia, ad effettuare la ricerca dell’RNA del virus Sars cov 2 su tampone rinofaringeo, allo stesso importo che costa alle strutture pubbliche. A supporto di questa situazione da girone dantesco per i cittadini, le istituzioni valutino anche l’ulteriore possibilità dei tamponi rapidi antigenici, da fare negli altri luoghi per una prima scrematura e con risposte che dovrebbero essere rapide. La sanità regionale a guida Pd è in uno stato disastroso mentre l’assessore D’Amato continua nelle sue quotidiane vuote dichiarazioni, senza cercare di risolvere i problemi concreti e fornire risposte alle tantissime famiglie che stanno patendo disagi inenarrabili”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti