“Coronavirus: dopo Corviale Comune e Regione insieme”

Le richieste dell'associazione Corviale Domani
Redazione - 16 Marzo 2020

Dopo l’opera di sanificazione dei luoghi comuni (scale, ascensori, androni, ecc.) del lungo serpentone di Corviale, effettuata dall’iter il 13 marzo, l’associazione Corviale Domani chiede, in un comunicato stampa, che per il Coronavirus Comune e Regione procedano insieme.

Ecco il testo del comunicato. “Coronavirus: dopo Corviale, Comune e Regione insieme. Ora insieme si parta dagli ultimi come l’Ater che comincia la sanificazione da Corviale il suo Palazzo più grande con le sue 1300 abitazioni e i suoi 5.000 abitanti.
La Regione Lazio e ATER hanno preso di petto il problema e hanno agito bene.

La nostra Comunità oltre a plaudire a questa scelta si era posta la domanda: se un paio di abitanti risultano positivi al Corona Virus che facciamo? Mettiamo in quarantena i suoi 5.000 abitanti? La bomba Corviale deve essere gestita. Si parte dalla prevenzione e il Serpentone ieri sera [la sera del 13 marzo, N.d.r.] manda un messaggio concreto a tutti i soggetti interessati.

Fresco Market
Fresco Market

Le foto girano in rete e trovano numerosi riscontri. Le risposte le sintetizziamo in “ora dobbiamo proseguire”.

La Regione Lazio e l’ATER in prima fila sanifichera’ tutti i quartieri dove ci sono suoi immobili.

Sindaca Raggi ora dobbiamo proseguire, tocca al Comune. Non perdiamo tempo, faccia un deciso passo in avanti, contatti la Regione e l’ATER. Avviate subito una fattiva collaborazione perché a Torbellamonaca, Ostia Nord, San Basilio, Tiburtino Nord, Tiburtino Sud, Torre Maura, Cinecittà Est, Acilia Sud ci sono quartieri condivisi e anche lì gli ultimi devono essere i primi.

Insieme chiedete, e avete il potere di farlo, che i grandi agglomerati urbani anche privati procedano con la pulizia e la sanificazione dando un segnale di vicinanza ai nostri concittadini.

I positivi ritorni che stiamo raccogliendo è quel buon segno in cui possiamo dire che le Istituzioni di vicinanza, Comune e Regione, ci sono.
Siamo fiduciosi.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti