Coronavirus: “Garantire assistenza a famiglie con ragazzi disabili”

Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.
Redazione - 10 Marzo 2020

“La chiusura dei servizi socio assistenziali sul territorio sta causando enormi difficoltà alle famiglie con persone con disabilità grave o non autosufficienti al loro interno e ciò perché è materialmente impossibile effettuare didattiche a distanza nei confronti di studenti con disabilità anche intellettive, dsa, disturbi relazionali o disabilità sensoriali. Il Governo e le Istituzionali locali, che si dimostrano sempre più approssimativi purtroppo, non si rendono conto che i genitori con bimbi non disabili si possono in qualche modo organizzare, pur in presenza di disagi, mentre sono letteralmente abbandonate le famiglie al cui interno ci sono ragazzi con disabilità che non possono usufruire di attività specifiche, come nel caso di chi è affetto da sindrome dello spettro autistico la cui sospensione delle attività è un danno enorme in termini di progresso e cura.

“Abbiamo predisposto una nota specifica al Sindaco e alle altre istituzioni chiedendo di adottare immediatamente le decisioni più idonee per non lasciare sole queste famiglie, auspichiamo che la stessa Assessora Mammì si renda conto che i figli di queste famiglie sono anche nostri figli e meritano il dovuto rispetto e la massima attenzione”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.

Farmacia Federico consegna medicine

 

“BENE PROVVEDIMENTI UNANIMI PER AZIONE AMMINISTRATIVA”

“In Ufficio di Presidenza – dichiara in un’altra nota Francesco Figliomeni consigliere di Fratelli d’Italia e componente dell’Ufficio di Presidenza Capitolino – abbiamo accolto la proposta della Conferenza dei presidenti dei gruppi capitolini ed abbiamo deliberato all’unanimità delle specifiche direttive per lo svolgimento delle sedute dell’Assemblea Capitolina e delle commissioni consiliari per evitare il propagarsi del contagio senza sospendere l’attività istituzionale essendo necessario, in questo delicato momento, adottare tutte le precauzioni possibili ed essere vicini in modo concreto soprattutto a chi subisce maggiormente gli effetti negativi di questa epidemia che cercheremo di supportare con proposte concrete nel prossimo consiglio di venerdì. Per limitare al massimo gli spostamenti da e per via del Tritone cercando di attenuare il rischio contagio, ho proposto altresì di convocare le commissioni strettamente necessarie direttamente in Campidoglio visto che, a seguito dell’annullamento di convegni ed eventi, sono disponibili idonee sale maggiormente capienti in modo da consentire di mantenere la distanza interpersonale così come previsto dai provvedimenti governativi. Abbiamo infine deliberato di dare informativa specifica agli organi direttivi dei municipi per far adottare i provvedimenti di loro competenza”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti