Coronavirus, tutto sulla seduta del Consiglio regionale sull’emergenza

Ampio dibattito in Aula, il presidente Zingaretti annuncia un piano di opere pubbliche da due miliardi di euro
Redazione - 15 Maggio 2020

Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini, torna al lavoro dopo la seduta della settimana scorsa dedicata al regolamento, per affrontare a tutto campo l’emergenza coronavirus.
Una discussione ampia, introdotta dalla relazione del presidente della Regione, Nicola Zingaretti, che ha ripercorso le tappe della pandemia, con particolare riferimento ai provvedimenti presi nel territorio del Lazio, sia dal punto di vista strettamente sanitario, che da quello economico.
Sulla vicenda delle mascherine non consegnate, Zingaretti ha garantito la massima trasparenza e il massimo impegno per recuperare i 14 milioni di euro anticipati dalla Regione.

Un giudizio positivo, quello espresso dal presidente della Regione, per i numeri contenuti dei contagiati, ma anche per la quantità degli interventi messi in campo.
Il presidente, infine, ha affrontato il tema della ripresa, annunciando la probabile riapertura pressoché generale a partire da lunedì e i provvedimenti che la Giunta intende adottare: un piano di opere pubbliche da due miliardi, da tradurre in cantieri aperti in breve tempo.

Nel corso del dibattito sono intervenuti 28 consiglieri, di tutti i gruppi.
Diversi gli accenti: se da parte della maggioranza c’è stato un generale apprezzamento per l’azione di governo della Regione, i consiglieri di Fratelli d’Italia e della Lega hanno centrato l’attenzione soprattutto sul tema delle mascherine non consegnate, chiedendo a più riprese le dimissioni dei responsabili.
I consiglieri di Forza Italia e del Movimento 5 stelle, sono intervenuti puntando più su critiche per come è stata affrontata l’emergenza e su proposte per fare ripartire l’economia.
In particolare la Lega ha chiesto l’istituzione di una commissione di inchiesta sulle mascherine, mentre Fratelli d’Italia una commissione speciale sull’emergenza Covid-19 nel suo complesso.

Prudenza, ma anche volontà di ripartire in sicurezza, sono state espresse dall’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato e dal presidente Zingaretti nelle repliche che hanno concluso il dibattito.

Al termine della seduta sono stati presentati sette ordini del giorno da maggioranza e opposizione: saranno discussi mercoledì 20 maggio nella seduta convocata per le ore 11, su indicazione della conferenza dei capigruppo.
Il presidente Buschini ha anche annunciato la decisione di lavorare a una proposta condivisa per creare una commissione speciale sull’emergenza da Covid-19.

 

Di seguito i link agli articoli sui vari momenti del Consiglio regionale

La relazione del presidente della Regione

Il dibattito in Aula

La replica dell’assessore D’Amato

La replica di Zingaretti


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti