Corsa clandestina, blitz all’Anagnina

Nell'area di parcheggio di un noto centro commerciale della zona. Oltre 140 persone identificate e 200 veicoli sottoposti ad approfonditi controlli
Enzo Luciani - 24 Settembre 2011

E stata interrotta dalla polizia una corsa clandestina di auto modificate. Il blitz è scattato poco prima della mezzanotte, quando l’area di parcheggio di un noto centro commerciale della zona dell’Anagnina si è riempita di circa 500 persone, tra cui appassionati del “tuning” (elaborazione delle auto) e del “drifting” (modalità di guida basata sulla perdita di aderenza controllata dei veicoli) e semplici spettatori.

Erano circa 40 i piloti di auto modificate nella meccanica e “accessoriate” con led fluorescenti, impegnati ad esibirsi in manovre vietate dal codice della strada, di fronte ad un pubblico misto, composto di giovani, ma anche di persone adulte, in alcuni casi con figli piccoli al seguito. A fare da scenario un albergo della zona, frequentato da turisti.

A mettere fine al divertimento degli appassionati della velocità sono stati gli agenti delle Volanti della Questura, della Polizia Stradale e della Polizia di Roma Capitale, che hanno chiuso tutte le vie di uscita del parcheggio. Il bilancio è di oltre 140 persone identificate e circa 200 veicoli sottoposti ad approfonditi controlli. L’esito è di 5 veicoli sequestrati per il riscontro di modifiche apportate in violazione delle norme del codice della strada. Per altri 2 veicoli è scattato invece il fermo amministrativo, mentre altre 2 auto sono state sottoposte a sequestro. Patenti ritirate invece per 13 conducenti, mentre per un altro automobilista è scattata la denuncia per guida senza patente. Un altro automobilista, invece, nel corso dei controlli alla banca dati di polizia, e’ risultato destinatario di un provvedimento di revoca della patente di guida, che gli è stato notificato nell’immediatezza dei fatti. Nell’area di parcheggio e’ stata inoltre trovata una Fiat 500 poi risultata rubata, verosimilmente abbandonata sul posto in seguito al blitz.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti