Corteo cgil, disagi limitati

A causa della monore affluenza e dei varchi aperti. Polemica tra Alemanno e CGIL
Enzo Luciani - 20 Aprile 2012

Il corteo che questa mattina 20 aprile è partito da Piazza della Bocca della Verità e ha raggiunto piazza Farnese ha provocato minori difficoltà alla circolazione rispetto alle previsioni. E’ da ritenere che a contenere i disagi abbiano contribuito principalmente due motivi: la minore affluenza dei manifestanti, che ha determinato anche la minore durata nel percorso del corteo e aver previsto, per la giornata di sciopero odierno, l’apertura della ZTL anche ai veicoli non autorizzati.

«Oggi la manifestazione della Cgil ha provocato limitati problemi di traffico essenzialmente perché i manifestanti erano meno di mille. Ma francamente non si capisce perché un numero così limitato di lavoratori e rappresentanti sindacali non potessero esprimere la loro protesta attraverso una manifestazione statica, senza pretendere di attraversare il centro di Roma». È quanto dichiara il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. «Al segretario della Cgil Susanna Camusso rispondo che non ho alcuna volontà di entrare in conflitto con una delle più importanti confederazioni sindacali del nostro Paese, ma come sindaco ho il dovere di difendere i cittadini romani dagli effetti di una esasperata e spesso pretestuosa conflittualità. L’idea che per rendere visibili le proprie ragioni si debbano creare difficoltà e ostacoli alla vita della città è un’idea arcaica e influenzata da pregiudizi ideologici, così come spesso arcaiche sono le posizioni ideologiche che la Cgil esprime nella conflittualità sociale. Vorrei ricordare al segretario Camusso che l’idea di tenere l’Italia inchiodata agli schemi ideologici del Novecento è uno dei fattori che impediscono lo sviluppo del nostro Paese».

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti