Covid-19: a Centocelle un Gruppo di Appoggio Mutuo per costruire solidarietà. 2-

Breve incontro con l'avvocato dello Sportello Legale e la psicoterapeuta dello Sportello Psicologico
di Ilaria Pacelli - 14 Aprile 2020

Tra i servizi offerti dal GAM di Centocelle (di cui abbiamo parlato nell’articolo “Covid-19: a Centocelle un Gruppo di Appoggio Mutuo per costruire solidarietà. 1-“) vi sono anche uno Sportello legale, e uno Sportello Psicologico.
Abbiamo avuto la fortunata disponibilità di interpellare direttamente l’avvocato Francesco Mazara Grimani che sta prestando il suo servizio gratuitamente e della pscicoterapeuta Antonella, che hanno voluto condividere con noi le loro riflessioni ed esperienze.

Dal 22 marzo le sanzioni sono amministrative

Avvocato ci racconta il contenuto delle telefonate che riceve ogni giorno?

«Vengo quotidianamente contattato da persone a cui non è chiaro cosa si intenda per situazioni di necessità o assoluta urgenza atti a giustificare l’allontanamento da casa, in quanto si tratta effettivamente di concetti con una portata molto ampia e che lasciano quindi una notevole discrezionalità per quanto riguarda l’irrogazione di sanzioni. Ci troviamo purtroppo a causa dell’emergenza sanitaria, in una situazione totalmente eccezionale, in cui molti principi fondamentali del nostro ordinamento giuridico democratico sono fortemente sacrificati se non del tutto compressi, il continuo accavallarsi di nuovi provvedimenti ha generato nella popolazione una notevole confusione relativa agli spostamenti possibili

Il nostro giornale è ben lieto di dare voce ad una corretta precisazione che l’avvovato Mazara Grimani, ci pone all’attenzione:

«Nonostante le violazioni relative alle limitazioni degli spostamenti non siano più sanzionate penalmente dallo scorso 22 marzo, su molti organi di stampa si continua impropriamente a definire denunciati i soggetti che vengono invece soltanto sanzionati amministrativamente, in quanto la denuncia penale permane ad oggi soltanto per le persone positive al Covid-19 che escono di casa violando la quarantena».

Diamo voce a questa precisazione, non per diminuire l’attenzione e l’importanza delle misure decise dal Governo, che ribadiamo essere di fondamentale importanza osservare, bensì per mantenere fede alla natura del giornalismo che portiamo avanti da sempre su Abitarearoma: fonti sicure, autorevoli e mai discriminate.

La buona e corretta informazione, non passa per la selezione dei contenuti ma per la loro veridicità, per questo abbiamo trovato corretto raccontarvi questa esperienza e riflessione, ringraziando la LAC e tutte le persone, che a vario titolo si stanno impegnando per superare questo terribile momento.

Non esistono reazioni anormali a situazioni eccezionali

La riflessione della psicoterapeuta Antonella, che potete trovare per intero nel reportage (https://www.arte.tv/it/videos/097021-000-A/covid-19-la-solidarieta-contagiosa-a-centocelle/), raccoglie le paure e le angosce delle persone che sentono il bisogno di un conforto psicologico e ci invita a ripristinare una routine, come per esempio mettere una sveglia e rispettarla, di provare a scrivere quello che stiamo provando, quando le paure prendono il sopravvento.

La dottoressa riceve l’esperienza di molti che stanno sperimentando persino pensieri paranoici, come la possibilità di non recuperare le piene libertà individuali o addirittura l’estinzione della specie: «Non esistono reazioni anormali a situazioni eccezionali come quella che stiamo vivendo» afferma la psicoterapeuta.

“Quello che facciamo è un gesto minimo per rompere paura e isolamento”

Concludiamo questo nostro viaggio nel mondo LAC  lasciandovi con le parole di Carlos, uno dei fondatori dell’organizzazione: «Quello che facciamo è un gesto minimo e fortemente simbolico per rompere il sentimento di paura e l’isolamento». Per questo Carlos e gli altri volontari continuano a percorrere le strade della città per testimoniare e mantenere vivo un legame sociale, che a distanza di sicurezza, è la miglior risorsa di questa surreale pandemia.

Ancora grazie a tutte le persone che hanno reso possibile la creazione di questa realtà probabilmente unica e incredibilmente efficace. Ci perdonerete se chiudiamo questo articolo prendendo in prestito le parole del Gruppo e sposandole in toto: COMBATTI LA PAURA!

Per qualsiasi informazione o per sapere come iscriversi e partecipare come volontario al GAM telefonare al 3281674200 – dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 18.00, o scrivere a lac100celle@inventati.org

Ilaria Pacelli


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti