Covid-19, Ama: Tanti messaggi di ringraziamento

Dai cittadini romani agli operatori ecologici. Zaghis: “Piccoli gesti dal grande significato”
Comunicato stampa - 2 Maggio 2020

“Buongiorno… parlo con AMA? Volevo ringraziare a nome della mia famiglia e degli altri condòmini del civico… gli operatori ecologici che raccolgono i rifiuti e puliscono nella nostra zona. Stanno facendo un ottimo lavoro per tutti noi, ma non so come contattarli perché stiamo in casa: potete dirglielo da parte nostra?”

È il tenore di una delle tante telefonate e messaggi giunti alla Linea Verde, affissi ad un palo, ad una cancellata, o recapitati direttamente nelle oltre 57 sedi operative dell’azienda capitolina per l’ambiente.

I primi cinquanta giorni dell’era Covid hanno rappresentato un periodo intenso e nuovo, per gli addetti dei servizi di igiene urbana, impegnati ogni giorno per garantire a tutti gli altri cittadini la continuità di servizi indispensabili come la raccolta dei rifiuti e la pulizia delle strade. Distanziamento fisico anche sul lavoro, scaglionamento delle squadre in uscita sul territorio, dispositivi e grande attenzione alle prescrizioni per svolgere in sicurezza i compiti assegnati: l’impegno di chi ha voluto, dovuto e potuto restare in servizio sul campo, nella Capitale, è stato però ripagato da decine di attestati di ringraziamento e incoraggiamento.

Le testimonianze di vicinanza, in questo periodo, ad AMA e ai suoi lavoratori hanno assunto le forme più varie: un disegno, una foto, un commento sui social, ma anche Pec, telefonate.

Tra i primi ad accorgersi dell’importanza di ciò che ogni giorno fanno gli operatori ecologici sono stati Laura e Marco, due bambini che hanno affisso sul cancello del loro condominio di viale Marx (municipio IV) un disegno dove hanno scritto “Grazie ai super operatori ecologici”; accanto alla frase e agli operatori raffigurati come super eroi, un grande cuore, un super gattino volante, un furgoncino aziendale nell’atto di svuotare un contenitore, l’operatore ecologico e un bidoncino per i rifiuti.

Il disegno è stato condiviso con gli altri lavoratori della sede operativa di via Alberini, dove è ora gelosamente conservato. Una cittadina di San Lorenzo (municipio II) ha postato via social la frase “Grazie per chi lavora per il benessere di tutti”, accompagnata da alcune foto che ritraggono una spazzatrice all’opera.

Un avvocato, a nome di un condominio di Osteria del Curato (municipio VII), ha inviato alla Pec aziendale il ringraziamento “per il servizio eccellente che ci state facendo in questi giorni di emergenza nazionale con la raccolta dei rifiuti e la pulizia intorno ai cassonetti”.

Un’altra cittadina di via Latina, stesso municipio, scrive invece per ringraziare “sentitamente” un operatore “e tutti voi per il lavoro che state svolgendo con grande difficoltà” dopo un intervento di rimozione di sacchi abbandonati intorno ai cassonetti svuotati, così come un cittadino di via Ampio Flaviano esprime la sua soddisfazione per la pulizia della strada.

Vicino all’ingresso di un condominio di via Mar della Cina (municipio IX) è comparso un cartello in cui c’è scritto: “Per gli operatori dell’AMA un sincero GRAZIE per il lavoro che state facendo in questo momento… È importantissimo!”.

Una cittadina ha scritto al municipio XV per esprimere la sua soddisfazione: uscita dopo 2 settimane per fare la spesa e per buttare la raccolta differenziata ha fatto un giro in via Cassia Nuova, Corso di Francia, via Flaminia Vecchia, via Riano, piazza Ponte Milvio, via Orti della Farnesina, via dei Giuochi Istmici, piazza Giuochi Delfici, via Cassia e non c’era “un cassonetto strapieno, tutto pulito intorno ai cassonetti e nessuna traccia di rifiuti per terra.

Devo ammettere di non aver mai visto il nostro quartiere così pulito ed ordinato”. Ad esempi di questo tipo, si aggiungono le chiamate alla Linea Verde AMA di chi ringrazia per come viene pulita la via in cui si abita, di chi vuole testimoniare il lavoro scrupoloso e ben fatto da un singolo operatore, e anche di chi sente anche soltanto il bisogno di ringraziare genericamente l’Azienda perché la città è pulita e il servizio di raccolta è regolare nonostante l’emergenza sanitaria.

Ci sono anche coloro che chiamano direttamente le sedi operative per complimentarsi: è il caso di alcuni residenti di via S. Igino Papa, via di Torrevecchia (municipio XIV), del Comitato di quartiere Valle Muricana e di Collina Fleming (Municipio XV).

C’è infine un foglio anonimo, trovato da un operatore, attaccato con lo scotch all’interno del coperchio di un mastello, che riassume bene il senso di tutti i messaggi: “Per tutti gli operatori: grazie per il vostro lavoro! Andrà tutto bene”.

“Sono decine gli attestati di riconoscenza per il lavoro fin qui svolto dai nostri addetti di cui siamo venuti a conoscenza. Ci dispiace molto non potere censirli tutti.  Sono piccoli gesti, ma dal grande significato – dichiara Stefano Zaghis, amministratore unico AMA – che ci spingono a proseguire con ancora maggiore determinazione e dedizione il nostro lavoro, consapevoli di quanto sia importante per la città, soprattutto in questo momento, e di come sia fondamentale per rinsaldare il legame tra tutti gli addetti della comunità di servizio di AMA alla più ampia comunità cittadina”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti