Crisi pandemica e Solidarietà

Vogliamo ricordare soprattutto quella che la gente ha dimostrato
Antonio Barcella - 15 Aprile 2020

Tutti noi aspettiamo che la pandemia per il Covid-19 diventi un ricordo lontano e, anche se dovremo ancora attendere qualche tempo, prima o poi lo diverrà. Perché si realizzi questo, sarà necessario attendere il vaccino che annienterà il virus in circolazione.

Ma cosa resterà in noi come ricordo di questo periodo in un mondo che sarà molto diverso da quello che conoscevamo? Lasciamo da parte le cose più brutte come la paura, le morti, gli eccessi di alcune persone, la prigionia indesiderata, la depressione e guardiamo verso quelle più belle come gli eroi dei presidi sanitari, gli addetti ai servizi essenziali, i canti dai balconi e la solidarietà che la gente ha dimostrato.

Vorrei soffermarmi soprattutto su quest’ultimo argomento portando in evidenza alcuni gesti che ci hanno fatto maggiormente apprezzare le persone che con il loro volontariato sopperiscono alle carenze dello Stato.

Fresco Market
Fresco Market

Prendiamo come esempio Piccoli Giganti ONLUS, un’associazione che opera da anni nel nostro quartiere che, in questo frangente, ha aiutato tante famiglie in difficoltà consegnando alimenti a domicilio in sinergia con la protezione civile e con l’aiuto degli operatori del mercato rionale di Colli Aniene. I volontari di questa associazione sono intervenuti anche portando cibo ai bambini delle case famiglie dislocate sul territorio. Come loro tanti altri volontari che non hanno mai fatto mancare i farmaci e tutti i generi di prima necessità nelle case degli anziani. Sono troppi per citarli tutti ma a loro va il nostro ringraziamento.

Occorre poi dare rilievo a coloro che si sono occupati in primis dei bambini cercando attraverso il web di produrre passatempi costruttivi per i più piccini. Vogliamo citare fra questi Hakuna Matata – baby parking. C’è poi chi si è occupato di aiutare le persone a fare movimento in casa, chi ha fornito spettacoli gratuiti, chi ha cercato di dare informazioni per aiutare le persone e tante altre attività solidali che ci hanno aiutato a superare la crisi. Veramente a tutti diciamo grazie.

Voglio concludere l’articolo con un messaggio della Croce Rossa Italiana – Comitato Municipio 4 di Roma “Perché lo si fa? Non solo per intento filantropico ma anche per se stessi. Perché sentirsi utili agli altri ci riempie il cuore, ci evita il senso di solitudine e ci impedisce di avere paura. Torneremo a vivere, a veder splendere il sole e riscopriremo il valore di quei piccoli gesti che davamo per scontati come una franca e vigorosa stretta di mano o la dolcezza di un abbraccio amichevole e confortante. Ora più che mai è #IlTEMPODELLAGENTILEZZA”.

 

Antonio Barcella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti