Da Assemblea capitolina sì all’Osservatorio per la disabilità

Per elaborare il 'Programma d'azione per la promozione dei diritti

La Capitale avrà un Osservatorio permanente dedicato ai diritti delle Persone con disabilità. Lo ha deciso oggi l’Assemblea capitolina approvando la delibera che istituisce il nuovo organismo che si occuperà di tutelare i diritti e promuovere la piena inclusione delle persone con disabilità.

Lo rende noto un comunicato del Pd. L’Osservatorio nasce richiamando i principi della Convenzione Onu del 2006, è spiegato, svolgerà funzioni di supporto tecnico e scientifico per l’elaborazione di politiche in materia di disabilità, collaborerà con gli organi istituzionali attraverso un percorso partecipativo e nella stesura del Piano sociale cittadino. Sarà un Osservatorio ampiamente rappresentativo di tutte le principali realtà che si occupano di disabilità:consulte cittadine e municipali, rappresentanti delle Federazioni di associazioni delle persone con disabilità, delle Aziende sanitarie locali della Capitale, delle organizzazioni sindacali, di ogni Centrale cooperativa e del Forum del Terzo settore del Lazio. I componenti non riceveranno compensi e dureranno in carica tre anni. Punto rilevante di questa collaborazione sarà l’elaborazione del ‘Programma di azione capitolino per la promozione dei diritti e l’inclusione delle persone con disabilità’ che individuerà le aree di azione per la promozione e la tutela dei diritti.

“ROMA è sempre più città dei diritti, di tutti – afferma la consigliera capitolina dem e presidente della commissione Politiche sociali Nella Converti – Sarà un organismo fondamentale per promuovere interventi e investimenti utili a migliorare la vita dei nostri concittadini con disabilità. Sarà un organismo che realizza la più ampia partecipazione delle realtà legate al mondo sociale. Questo consentirà di realizzare azioni dirette a sostenere chi ha una disabilità in ogni sfera, sociale, sanitaria, economica, lavorativa. Lo spirito di questa delibera è aprire le porte alla partecipazione e alla rappresentanza dal basso per rendere le politiche dell’inclusione concrete e vicine a tutti. Questa delibera attua le linee programmatiche del sindaco Gualtieri, che voglio ringraziare per la sua costante attenzione al tema dei diritti sociali, e con lui l’assessora alle Politiche sociali Barbara Funari, tutti i consiglieri della commissione Politiche Sociali e la maggioranza”.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento