Da quando si è aperta la voragine di via delle Palme?

Il Cinese ci ha detto: Sono più di tle quattlo mesi
Alessandro Moriconi - 6 Novembre 2019

Municipio Roma V in via delle Palme di fronte al civico 2 ci sono due paline di divieto di sosta (e una delle due aspetta solo di colpire qualche innocente pedone) furono posizionate alcuni mesi fa in occasione dell’apertura di una  pericolosa buca formatasi a causa del cedimento della sede stradale per una più che probabile  rottura della rete fognaria, davanti al civico 3.

Palina Pericolante via delle PalmeVoragine Via delle PalmeDi mesi dall’evento ne sono passati tanti, un tempo cosi lungo da richiedere lo spostamento in avanti della batteria di cassonetti dell’Ama a cui il compattatore non poteva più avvicinarsi senza rischiare di profondarci dentro.

Sollecitati da alcuni cittadini esasperati di vedere un problema totalmente dimenticato sia dal Municipio che da Acea ATO 2 siamo andati a vedere e a chiedere loro da quanti mesi c’era quella situazione e se si fosse visto qualcuno che lasciasse pensare ad un prossimo intervento.

Solo il signore cinese che gestisce il Bar, quasi incredulo che qualcuno chiedesse notizie della buca mi ha risposto in perfetta pronuncia italo-cinese “non so pleciso da quanti mesi si è folmata, ma siculamente non meno di tle /quattlo mesi”.

L’intervento del consigliere Manzon

Dopo aver pubblicato su Fb la notizia, l’unico ad attivarsi presso la UOT municipale è stato il consigliere Paolo Manzon con una richiesta di notizie al dirigente con una email del 4 novembre. La risposta a Manzon è stata praticamente immediata e il 5 novembre il dirigente gli ha comunicato  di aver effettuato  in data 21 ottobre 2019 un sollecito ad Acea ATO2 per conoscere quali sviluppi hanno avuto i loro accertamenti e gli eventuali interventi che si intendono intraprendere.

La risposta di Acea Ato2

Voragine in bella vista in via delle PalmeAcea ATO2, dopo mesi e mesi dal formarsi della voragine, ha riscontrato un inconveniente simile alla gran parte dei cedimenti stradali in prossimità di tombini e caditoie … il cedimento della fognatura.  Acea Ato 2 ha comunicato anche di aver predisposto l’Ordine dei lavori per gli interventi del caso che saranno anticipati da dei carotaggi d’indagine.

Ringraziamo il consigliere Paolo Manzon per la disponibilità ad attivarsi e darci le informazioni sopra descritte, siamo tuttavia delusi dal modo “quasi scolastico” nell’intervenire su problemi che come quello descritto di via delle Palme che oltre a peggiorare per i tanti mesi intercorsi dalla segnalazione, creano problemi alla viabilità e in questo caso anche ad Ama Spa per lo svuotamento dei cassonetti posizionati a ridosso della buca e quasi nel bel mezzo della carreggiata.

E le altre buche?

Vale la pena ricordare che con altrettanti articoli del nostro giornale abbiamo segnalato già da tempo la buca che da circa TRE MESI è nel bel mezzo di via dei Glicini, quella di via dei Gerani incrocio con  via dei Ciclamini che resiste da circa un anno (si dice per problemi del Condominio) e che ha richiesto addirittura la chiusura della strada, quella di via del Campo all’Alessandrino, anch’essa chiusa fin dal mese di Giugno e che non hanno mobilitato il Municipio sebbene sia stato presentato e protocollato un esposto con oltre 1.200 firme.

Di situazioni analoghe nel Municipio Roma V ce ne sono una infinità e tutte riconoscibili dai quattro tondini in ferro che sorreggono spesso per mesi e mesi la mitica rete in plastica arancione… spesso la causa del trascorrere di tanto tempo viene addebitata alle scarse risorse economiche destinate alla Manutenzione ma poi però viene fuori,  come nel caso della ottimizzazione della sosta in piazza delle Primule che questi fondi già scarsi vengano usati anche per altro!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti