Municipi: | Quartiere:

Dacia Maraini alla scuola Pio XII

Incontro con gli alunni della scuola Primaria e delle Medie

Lunedì 15 aprile 2024 gli alunni della scuola Primaria (i più grandicelli) e delle Medie dell’istituto Pio XII hanno avuto l’occasione di incontrarsi per quasi due ore con la nota autrice Dacia Maraini. La scintilla che ha permesso di inserire in un progetto didattico il dialogo con la scrittrice è stata la lettura di una fiaba composta per spiegare come anche i popoli da sempre in guerra non sono votati solo al conflitto e alla violenza, ma possono trovare strade di pacificazione e rinascita. La storia di un drago che scappa dal destino di combattere le creature del mare perché si innamora di Onda, una figlia del popolo dell’acqua, è servita da base per parlare di accettazione delle differenze, di rispetto per gli altri, di costruzione di una civiltà di pace. Purtroppo è ancora oggi solo una…favola.

Dacia Maraini non ha avuto problemi a condividere con i più piccoli la propria esperienza di vita, dall’epoca della detenzione in Giappone (oggetto del suo intimo e ultimo bel libro Vita mia) al valore della testimonianza in difesa delle donne, alle attività che una donna di cultura può svolgere per la crescita di un sentire comune in difesa del giusto e del bello.

Dacia Maraini, nella fase finale del suo intervento, durante il firmacopie dei libri ha dialogato con tutti gli alunni, ha chiesto il nome di ciascuno, le passioni e gli interessi personali. ha reso vero e vivo quello che poco prima (e spesso nei suoi articoli) aveva detto, che la scuola è un luogo dove si cresce insieme, dove ci si conosce  e ci si rispetta, perché ognuno ha qualcosa di bello da dire agli altri. La Maraini, al Pio XII, lo ha dimostrato con la sua disponibilità e gentilezza.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Istituto Pio XII (@pioxiimaristi)


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati