De Giusti contro i lucchetti di Ponte Milvio

Lettera aperta della Presidente del Municipio Roma XVII al Sindaco di Roma
riceviamo e pubblichiamo - 6 Ottobre 2011

“Caro Sindaco, ma è possibile si sia scelto, come simbolo dell’amore, proprio un lucchetto? Un dispositivo meccanico, freddo, quanto di più distante dal senso profondo del rapporto amoroso, che vuole spontaneità, accordo reciproco, libertà di adesione e non una specie di guardiano esterno, uno strumento, un meccanismo, una ferraglia che sembra quasi imprigionare i sentimenti invece di farli vivere ed evolvere? È la prima cosa che non capisco di questa vicenda. Ma al di là della simbologia, possibile che questi ‘simboli’ pesantissimi debbano invadere i nostri ponti, subissarli di ferraglia e deturparli? Si tratta di beni monumentali preziosissimi, aggravati e imbruttiti da oggetti che nulla hanno a che vedere né con i monumenti né, come abbiamo visto, con l’amore. Compito dell’amministrazione comunale dovrebbe essere quello di liberare quotidianamente le balaustre dall’ondata di ferraglia, vigilare senza tregua, dissuadere da ulteriori ‘incatenamenti’ dei nostri ponti, compreso Ponte Sant’Angelo, che oggi è sotto attacco. Anzi, non si tratta soltanto di dissuadere, ma forse di persuadere. Persuadere i nostri ragazzi che se proprio volessero trovare un simbolo amoroso più confacente, più adatto alla libertà del loro sentimento, alla sua spontaneità, al suo carattere di dono reciproco e non di costrizione, e volessero esporlo a testimonianza del loro amore, allora scegliessero un fiocco, che è più idoneo, non è ferraglia, non indica costrizione, ma un legame più delicato. E, soprattutto, nel tempo è destinato a perire, magari portato via dal vento o sfilacciato, oppure consunto dal sole e dalla pioggia. È il modo migliore per persuadere le persone della bontà delle regole e per convincere che comportamenti diversi sarebbero più belli e più opportuni. Io ho già dato mandato ai Vigili del XVII Gruppo di intervenire nell’ambito del nostro Municipio. All’amministrazione comunale il compito di agire efficacemente sull’intero territorio comunale, prima che i lucchetti sommergano i ponti e questi durino molto meno dei tanti amori che testimoniano così ‘pesantemente’ ogni giorno.

Antonella De Giusti

Presidente del Municipio Roma XVII


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti