Una “scomunica” per il degrado del giardino Monsignor Leone Capitanata

L'area verde tra via di Pietralata e via dei Durantini necessita di una cura
Enzo Luciani - 18 Settembre 2019

Riceviamo il 18 settembre 2019 da un gruppo di mamme e desolatamente pubblichiamo il loro video e alcune foto.

In via di Pietralata angolo via dei Durantini il giardino intitolato al Monsignor Leone Capitanata non è curato e i bambini devono giocare a pochi metri da escrementi umani, sporcizia, rifiuti non raccolti e tra erbacce non tagliate.

I giardini in zona sono pochi (e quello in piazza Sacco è ancora chiuso) e se i pochi che ci sono versano nel degrado i genitori non sanno più dove portare i bambini.

E’ comunque triste che i bambini debbano crescere facendosi strada tra le erbacce sui marciapiedi quando vanno a scuola, osservando cassonetti rotti, straboccanti o maleodoranti e che poi quando escono da scuola possano giocare solo in luoghi mal tenuti… non possiamo e dobbiamo abituarli al brutto!!!

Nella foto qui a destra la situazione in questi giorni, a pochi metri dalla scuola elementare di via Gaetano Giorgio Gemellaro (a 250 metri dal giardino intitolato a Monsignor Capitanata), dove è complicato anche scendere dalle auto, perché le erbacce sono cresciute non sopra al marciapiede ma a bordo strada e sono ormai alte quanto le automobili e quindi aprire e chiudere lo sportello lato passeggero è una operazione veramente ardua.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti