Depuratore Acea Roma Est, ristrutturazioni ed accorgimenti attuati per la respirabilità dell’aria

Determinante l’impegno dell’assessore Ghera. Potranno i residenti d’ora in poi respirare a pieni polmoni?
di Federico Carabetta - 11 Settembre 2012

In un breve occasionale incontro con l’Assessore Fabrizio Ghera gli avevamo rappresentato come il disagio per la puzza che ancora saltuariamente emana dal depuratore ACEA Roma Est di via degli Alberini, quantunque di molto attenuato, non era del tutto cessato e che di tanto in tanto erompeva in sbuffi nauseabondi.

L’Assessore ci aveva risposto rassicurandoci e pure promettendo a breve un comunicato che avrebbe reso noto lo stato dei lavori presso il depuratore incriminato e che quindi avrebbe placato le proteste.

Il comunicato ci perviene proprio ora dall’Addetto stampa dell’Assessore e noi lo diffondiamo immediatamente.

“In merito al Depuratore Roma Est l’Amministrazione capitolina, grazie all’impegno concreto dell’Assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera che in questi anni ha incontrato più volte comitati e residenti del territorio, ha mantenuto alta e costante l’attenzione su questa tematica attraverso una costante attività di monitoraggio. Su impulso dell’assessore Ghera, l’ACEA ha ristrutturato la prima sezione linea liquami e ha realizzato la copertura della linea fanghi per contenere le esalazioni. Inoltre, la linea dell’essiccamento fanghi è stata completata e si è in attesa di un’autorizzazione provinciale, mentre a breve sarà possibile avviare la ristrutturazione della seconda linea liquami. Tutte queste attività seguono comunque il piano degli interventi, richiesto dal Dipartimento Lavori pubblici, realizzato nei mesi precedenti da parte di Acea Ato2 al fine di fronteggiare le emissioni maleodoranti provenienti dal Depuratore”.

La buona notizia, che ci perviene proprio mentre si preparano i festeggiamenti del 40° Anniversario della nascita del quartiere di Colli Aniene, è beneaugurante e lascia sperare che presto vengano risolti anche gli altri problemi del territorio.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti