Depuratore Roma Est: l’Assessore Ghera alle proteste risponde con un tavolo di lavoro

Previsto per giovedì 6 dicembre 2012 l'incontro tra l'assessore ai Lavori Pubblici e le associazioni di quartiere
di Federico Carabetta - 4 Dicembre 2012

L’indignazione, le proteste dei collianiensi per la vexata quaestio del depuratore ACEA di via degli Alberini con la sua puzza e l’interminabile flusso di autocisterne, hanno provocato il ricorso allo strumento della petizione di sensibilizzazione. A promuovere questo ulteriore atto, è stata l’Associazione Vivere a Colli Aniene che ha raccolto numerose firme dai residenti. In seguito a ciò, l’Assessore ai Lavori Pubblici e periferie di Roma Capitale Fabrizio Ghera ha subito convocato un tavolo di lavoro per il prossimo 6 dicembre 2012 al quale è prevedibile parteciperanno i rappresentanti dell’assessorato, dell’ACEA e dell’Associazione Vivere a Colli Aniene, il Comitato di quartiere Colli Aniene e il Gruppo Crisalide.

Per l’occasione, Associazioni e Comitato di quartiere chiederanno: di conoscere a quale punto sono i lavori sui depuratori sequestrati, la riduzione del numero di autocisterne dirette al depuratore Roma Est (da 140 giornaliere ad un massimo di 30/40), il rifacimento del manto stradale di viale Bardanzellu compromesso dall’ingente traffico di autocisterne, l’obbligo da parte di queste di limitare a 30 km orari la velocità massima nel comprensorio di Colli Aniene, chiederanno infine a che punto sono i lavori al Depuratore Roma Est e lo stato del nuovo impianto di essiccazione dei fanghi. Si troverà una soluzione al problema oppure Colli Aniene continuerà ad essere penalizzata dalla colpevole condotta dell’ACEA, condotta che ha richiesto provvedimenti delle Procure della Repubblica con il blocco di diversi analoghi impianti della Provincia di Roma?
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti