Differenziata, AMA: “Nessun taglio ma piano sviluppo per un servizio migliore”

Comunicato stampa - 9 Febbraio 2021

AMA S.p.A. – comunica una nota dell’Azienda municipalizzata – è fortemente impegnata in un articolato piano di sviluppo e implementazione dei servizi di igiene urbana su tutto il territorio comunale, inclusa la revisione e la razionalizzazione delle attività mirate di raccolta differenziata per le utenze non domestiche.

Sulla base dell’esperienza nel Centro storico, dove il prelievo dei vari materiali correttamente differenziati viene già svolto da maggio 2020 direttamente da personale dell’azienda con buoni risultati e nell’ottica di offrire un servizio che risponda al meglio alle esigenze dei “clienti business”, AMA assumerà un ruolo maggiore nell’espletamento della raccolta dedicata alle utenze non domestiche anche in quei municipi dove scadrà il vecchio appalto che, secondo i vari stakeholders coinvolti, non ha prodotto risultati soddisfacenti.

La municipalizzata capitolina per l’ambiente gestisce, direttamente e indirettamente, la raccolta di circa 132.000 utenze non domestiche, con diverse modalità di servizio. Relativamente alla porzione delle utenze commerciali che fanno parte delle non domestiche AMA, tramite l’attività iniziata a maggio 2020 e che e che si concluderà nella prossima primavera, ha preso e prenderà complessivamente in carico diretto il servizio di circa 26.000 utenze commerciali, pari quasi al 50% delle circa 55.000 utenze precedentemente servite con sedici lotti del vecchio bando mentre altre 29.000 continueranno ad essere gestite da prestatori terzi operanti sul mercato, individuati tramite procedure ad hoc.  Pertanto, non solo non si prospetta alcun taglio sui servizi di prelievo dei rifiuti dalle utenze del commercio e in generale dalle utenze non domestiche (mercati, scuole, ecc.), ma si tende a rafforzare il ruolo diretto dell’azienda sul segmento di utenza del terziario, attuando un equilibrato mix nel segno dell’efficacia e dell’efficienza, con una maggiore attenzione alla quantità e alla qualità della raccolta differenziata.

Il rinnovato impegno e la centralità  della municipalizzata capitolina per l’ambiente sono anche favoriti dagli investimenti già fatti sulla flotta pesante e leggera, che nel 2021 permetteranno di avere su strada oltre 600 nuovi mezzi (129 compattatori a 3 assi, 21 compattatori a caricamento posteriore a 2 assi, 120 “crc” da 75 quintali e 339 veicoli a vasca più piccoli), nonché dalla progressiva entrata in organico di 280 risorse, tra nuovi operatori ecologici e addetti agli impianti, previste dal “Piano assunzioni 2020” approvato dalla Giunta di Roma Capitale, il cui iter è già stato avviato e si concluderà entro l’estate del 2021.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti