Digit Roma: il wi-fi gratuito di Roma Capitale

Oltre 700 punti di accesso wi-fi che offrono 4 ore di connessione gratuita al giorno
di Emiliano Germani - 27 Dicembre 2012

Siete tra quelli che si entusiasmano quando, durante un soggiorno in una capitale estera, scoprono di avere il wi-fi gratuito per smartphone, pc e tablet, e rimangono poi fortemente delusi quando, di ritorno a Roma, perdono questo “privilegio”?

Da oggi, però, le cose inizieranno a cambiare in modo significativo, e anzi, la Capitale potrà presto vantare ben 2 reti di hotspot (cioè, punti di accesso) per il wi-fi gratuito. Alla rete wireless installata alcuni anni fa dalla Provincia di Roma (ProvinciaWiFi), si è infatti ora aggiunta la nuova rete wi-fi del Comune di Roma, chiamata Digit Roma.

I numeri del nuovo servizio: 700 punti di accesso wi-fi sparsi in 170 punti “strategici” della città (monumenti, vie dello shopping e centri commerciali, musei, piazze, ecc.), che offrono 4 ore di connessione gratuita al giorno a tutti, cittadini e turisti. E poi un portale che contiene oltre 50 mila informazioni di pubblica utilità, su mobilità, servizi comunali, eventi, orari di musei, biblioteche e uffici municipali, ecc..

Il tutto ovviamente navigabile anche da telefonino e tablet, grazie ad una app ideata dal Comune, che funziona anche come una sorta di social network con mappe, suggerimenti e indicazioni per visitare e vivere la città al meglio. Per registrarsi al servizio, basta collegarsi alla pagina www.digitroma.it da pc, smartphone o tablet.

Di certo, si tratta di un’innovazione tecnologica importante e di un servizio in più per i cittadini, che a regime dovrebbe contare circa 1.000 punti di accesso e 300 luoghi di connessione in tutta la città. Ma alcuni hanno sollevato anche dubbi sull’utilità e opportunità di una seconda infrastruttura di rete wi-fi comunale che si sovrappone, per larghi tratti, a quella che era già stata installata dalla Provincia.

Un buon auspicio, quindi, potrebbe essere quello di integrare al meglio le due reti tecnologiche, per ampliare e migliorare la copertura di wi-fi gratuito nella Capitale, soprattutto nelle zone periferiche che oggi sono sostanzialmente escluse.
 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti