Diventa Unione dei Comuni Montani la Comunità Montana Castelli Romani e Prenestini

Il riordino punta sulla gestione associata della maggior parte delle funzioni e dei servizi rivolti ai cittadini
Redazione - 12 Gennaio 2017

Nel corso degli ultimi giorni del 2016 il Consiglio Regionale del Lazio ha approvato la Legge di Stabilità (proposta 357/2016) ed il bilancio 2017-2019 della Regione (proposta 358/2016), trasformando le venti Comunità Montane del Lazio, compresa quella dei Castelli Romani e Prenestini, in Unioni dei Comuni Montani.

Nuove istituzioni dunque che continueranno a svolgere i servizi esercitando le funzioni delle disciolte comunità montane e programmare congiuntamente una nuova fase di sviluppo del territorio. Entro dieci giorni dalla data di entrata in vigore della legge il Presidente della Regione nominerà i commissari liquidatori delle comunità montane, che saranno, di norma, gli attuali Presidenti delle comunità montane. Il compito dei commissari sarà quello di chiudere le procedure in atto, e di preparare, di concerto con i sindaci dei comuni del territorio interessato, i passaggi che porteranno alla costituzione dell’Unione dei Comuni Montani.

Il riordino previsto sarà particolarmente importante per il territorio in quanto punta sull’indirizzo di gestire in forma associata la maggior parte delle funzioni e dei servizi rivolti ai cittadini.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti