Donna aggredita nel parco della Caffarella. Un’altra a San Giovanni

Santori: "più controlli e collaborazione"
Enzo Luciani - 11 Giugno 2012

Sabato scorso, intorno alle 20, una ragazza straniera di 24 è stata aggredita nel parco della Caffarella mentre faceva footing. Uno sconosciuto, si sarebbe avvicinato con un coltello, ma la giovane, dopo una breve colluttazione sarebbe riuscita a sfuggire all’aggressore e ad avvisare la Polizia. Alcune persone che si trovavano nel parco hanno confermato di aver sentito la ragazza urlare. Lo sconosciuto, sarebbe fuggito nel parco ma le ricerche per ora non hanno dato esito. La ragazza ha riportato alcune escoriazioni da difesa alle braccia e alle mani.

L’aggressione di una donna all’interno del Parco della Caffarella non deve essere assolutamente sottovalutata. Nonostante, nel corso del tempo, si siano susseguiti sgomberi di insediamenti abusivi e controlli per rendere sicuro quello che nel 2009 era stato considerato il parco della paura a seguito dello stupro di una minorenne nel giorno di San Valentino, gli abitanti di quel tratto di via Latina, che si affaccia sulla grande oasi di verde, lamentano un via vai di immigrati e nomadi che dormono nel parco, falò accesi di notte, bottiglie di birra lasciate ai margini della strada e chiedono maggiori controlli, telecamere e recinzioni” – lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale.
 

 “E’ tempo di sbarrare la strada alla violenza perpetrata in particolare nei confronti delle donne per questo auspichiamo che il nuovo questore Fulvio Della Rocca aumenti l’attività di vigilanza con lo scopo di superare situazioni di abbandono e degrado, anche diurno, ma, allo stesso tempo, è necessario concludere quanto prima il cronoprogramma per la messa in sicurezza dell’area naturale protetta da parte della Regione Lazio e dell’Ente Parco dell’Appia Antica, responsabili per le aree verdi interne. Esprimiamo solidarietà alla donna aggredita dal maniaco con la speranza che possa essere consegnato rapidamente alla giustizia.” conclude Santori.
 

Inoltre, nella notte tra sabato e domenica, è stato denunciato in stato di libertà un romeno di 26 anni resosi responsabile di lesioni aggravate ai danni di una ragazza di 23 anni. Intorno alle ore 2.00, fuori da un locale nei pressi di via San Giovanni in Laterano, il giovane ha aggredito la 23enne colpendola al capo con una bottiglia.
Il tempestivo intervento degli agenti del Reparto Volanti, ha permesso l’individuazione del responsabile. La vittima, è stata medicata e refertata con alcuni giorni di prognosi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti